Jack è fuori pericolo, il cane del Soccorso Alpino avvelenato con una polpetta

Jack, un australian Kelpie, è stato avvelenato con una polpetta di lumachicida durante una escursione. È stato estubato e tenuto sotto osservazione

AGGIORNAMENTO

È fuori pericolo Jack, l’australian kelpie del Soccorso Alpino Fvg, che domenica aveva ingerito esche avvelenate con lumachicida durante una passeggiata con il suo conduttore a Chialina di Ovaro (Udine).
L’animale – fa sapere il Cnsas Fvg – è stato estubato, ha mangiato e si sta riprendendo presso la clinica veterinaria di Padova, dove era stato ricoverato d’urgenza grazie alla prontezza del suo padrone, assieme al quale forma una delle Unità cinofile del Cnsas regionale.
Jack rimarrà in osservazione fino a mercoledì pomeriggio, per fugare i dubbi su eventuali danni neurologici dovuti al lumachicida ingerito.

 


Jack, il cane soccorritore del Soccorso alpino e speleologico del Friuli Venezia Giulia, è stato avvelenato con una polpetta di lumachicida e versa ora in gravi condizioni.

L’animale, un australian kelpie, è stato portato, in una corsa contro il tempo, all’ospedale veterinario di Padova nel tentativo disperato di capire cosa stessa succedendo dopo che aveva accusato un improvviso malore, poi ricondotto al veleno.

I fatti

Dopo una passeggiata al mattino nella zona di Chialina di Ovaro (Udine), il cane aveva infatti mostrato alcuni sintomi di malessere.
Jack e il suo padrone, della stazione di Forni Avoltri del Soccorso Alpino e Speleologico Fvg, compongono – spiega il Cnsas – una delle più preziose Unità cinofile del Corpo.
Ora Jack lotta tra la vita e la morte, sedato e intubato nell’ospedale veneto, mentre al Cnsas stanno giungendo centinaia di messaggi di solidarietà, in cui si ricordano le decine di persone che devono la vita al cane e alla sua straordinaria capacità di seguire le tracce e raggiungere dispersi in montagna.

Cnsas Friuli Venezia Giulia Siamo tutti con Jack e il suo padrone. Portate estrema attenzione ai vostri amici a quattro zampe quando li portate in giro. Ieri l’australian kelpie Jack, una delle nostre preziose Unità cinofile, è stato avvelenato a causa di alcune esche velenose, mascherate da bocconcini prelibati, nella zona di Chialina di Ovaro. Una corsa contro il tempo dalla Carnia fino all’ospedale veterinario di Padova, dopo che il padrone ha notato, fin dalla tarda mattinata, alcuni comportamenti anomali della bestiola e ha sospettato un avvelenamento. La conferma è arrivata oggi dalle analisi effettuate presso l’ospedale dove il cane è ricoverato e intubato: si tratta di lumachicida.
Siamo tutti con Jack e Daniele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button