Colpi sul Civetta: prime invernali di Chimera Verticale e W Mejico Cabrones

La prima ad opera del duo Prinoth-Walpoth e la seconda da Baù, Zaccaria e Gianola

Dolomiti: due belle prime invernali sulla mitica parete nord-ovest del Civetta. II duo gardenese Alex Walpoth e Titus Prinoth ha ripetuto “Chimera Verticale” e i padovani Alessandro Baù e Giovanni Zaccaria col bolzanino Thomas Gianola su “W Mejico Cabrones”.

Chimera Verticale

Chimera Verticalefu aperta da Baù, Daniele Geremia, Alessandro Beber e Luca Matterglia tra le vie Aste e Andrich sino a Punta Civetta. Tra il 2007 e il 2008.
Ora Titus Prinoth e Alex Walpoth hanno realizzato la prima invernale, con due bivacchi. La via è di 600 metri con difficoltà sino a IX. Sono scesi per la Alleghesi.

W Mejico Cabrones

Il trio Baù (prima ripetizione nel 2005), Gianola e Zaccaria son saliti lungo la linea aperta in solitaria da Venturino De Bona, nel 2001. Conoscevano già la via che porta su Punta Tissi. Lunghezza 1150 mt, due bivacchi, in discesa per la via normale.

© 2021, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button