Creta di Pricotic, colpito da sasso alla testa: morto alpinista

Allarme captato negli Usa è stato poi girato alla Protezione civile. Ma non c'è stato nulla da fare

Creta di Pricotic: alpinista colpito da sasso, un 65enne veneto perde la vita nel primo pomeriggio di oggi sulla parete sud-ovest (gruppo Monte Cavallo, Alpi Carniche).

L’uomo, residente a Conegliano, arrampicava su una via di roccia quando, durante una sosta, è stato colpito da un sasso alla testa.

L’allarme captato dagli Usa

In quel punto non c’è segnale telefonico ma il componente di un’altra cordata che arrampicava nelle vicinanze ha attivato l’allarme tramite un trasmettitore. Il segnale captato negli Stati Uniti e poi girato alla Protezione civile nazionale che ha allertato i soccorsi.

Creta di Pricotic: i soccorsi

Quando i sanitari hanno raggiunto l’alpinista, per lui non c’era più nulla da fare. Il magistrato ha dato successivamente il nulla osta per la rimozione della salma, che è stata trasportata con l’elicottero fino a Baita Winkel, non lontano dalla strada del passo Pramollo.

 

 

L’alpinista trevigiano aveva al suo attivo numerose salite su roccia e diverse spedizioni extraeuropee.Sul posto hanno il Soccorso alpino della guardia di finanza, il Corpo nazionale del Soccorso alpino-stazione di Pontebba, Vigili del fuoco, carabinieri ed elisoccorso.

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Un Commento

  1. Pierluigi e stato mio Compagno sia in vetta all Ararat che sull Elbrus in Russia porgo le mie condoglianze a Isabella e agli amici del CAI e dell ANA bepi magrin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button