Dai ghiacci della Norvegia emergono sci di 1300 anni fa

Gli studiosi hanno recuperato anche il secondo sci (il primo ritrovato nel 2014), ottimamente conservato, con attacchi originali e con alcune differenze rispetto al primo...

Trovato sui ghiacciai della Norvegia il secondo sci preistorico, molto ben conservato, con tanto di attacco originale. Gli studiosi gli hanno dato anche un nome a colui che lo adoperava, lo schiamano “Lo sciatore venuto dal freddo”.

L’annuncio è stato dato nei giorni scorsi dall’équipe di archeologi dei ghiacciai del programma “Secrets of the Ice”.

Si tratta di uno sciatore pre-vichingo, dell’Età del Ferro. Di ben 1300 anni fa. La scoperta è stata effettuata nel Digervarden Ice patch nel Reinheimen National Park, sud della Norvegia.

Il primo sci fu ritrovato già nel 2014. Da allora è continuata la ricerca, monitorando la zona di ghiaccio, sperando che il secondo sci venisse “a galla” dai ghiacci. Ed è ciò che è accaduto. Questo secondo sci è ancora meglio conservato del primo! A conservarlo in tali condizioni è stata la sepoltura ghiacciata.

 

 

Dov’era

Gli archeologi hanno trovato il secondo sci a soli 5 metri dal punto in cui è stato trovato il primo. Era con la parte inferiore rivolta verso l’alto. Appena gli studiosi hanno dato un’occhiata hanno subito capito che si trattava di quello sci. Ampio, con appoggio rialzato e con l’attacco ancora conservato, lungo 187 cm e largo 17 cm. Questo è 17 cm più lungo e 2 cm più largo del primo sci; era 4-5 metri  nel ghiaccio e ciò potrebbe spiegare alcune delle differenze di dimensioni tra i due sci. Ovviamente sono fatti a mano, pezzo unico!

Il precedente

L’unico altro esempio di sci con un attacco conservato è uno sci singolo di Mänttä in Finlandia, che è leggermente più vecchio di quello di Digervarden. Ma non in buone condizioni come questi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button