Death Zone Freeride: Lazo, Pugovkin e Lone tentano il Broad Peak

Scaleranno l'Ottomila senza ossigeno e poi discesa con gli sci, oltre che fare riprese per un documentario. L'ultima avventura risale al 2019 sul Nanga Parbat, c'era anche Cala Cimenti...

Sul Broad Peak ci saranno anche i russi Vitaly Lazo e Anton Pugovkin e il norvegese Thomas Lone.
Prosegue il Progetto Death Zone Freeride: il trio tenterà la scalata all’Ottomila, la sua discesa con gli sci e le riprese per un nuovo documentario (finanziato dal Ministero della Cultura della Federazione Russa e dalla Società Geografica Russa) dal titolo “Oxygen”.

Sono al campo base già da qualche giorno. E si stanno acclimatando sulla montagna e nei dintorni. Sono stati al campo base del K2 e poi al Pastore Peak dove però non sono riusciti a salire in vetta per i troppi crepacci pericolosi e hanno fatto dietro-front. Hanno un po’ visionato la linea di discesa con gli sci, come dice lo stesso Lazo. Oggi riposo, domani si va al campo 1 del Broad Peak, dove i tre pernotteranno.

Lazo Intanto, continua la ripresa del film ′′Oxygen′′! Abbiamo filmato un rappresentante della gente locale di Balti. Quest’uomo ha lavorato come portatore per tutta la vita, portando su un sacco di spedizioni. Ha tre figlie che non possono andare a scuola perché non ci sono soldi… Sembra un 65enne, ma in realtà ha appena 50 anni… Cerchiamo di aiutarlo in ogni modo possibile.

Il progetto “Death Zone Freeride”

I due russi nel 2017 lanciarono questo progetto con l’intento di scalare 5 montagne di Ottomila metri senza ossigeno supplementare e aiuti esterni e poi giù con gli sci. L’intento iniziale era Manaslu, Annapurna, Nanga Parbat, Everest e K2. Nel 2017 sono riusciti col Manaslu. Nel 2018 hanno tentato l’Annapurna (fallito per il pericolo eccessivo di valanghe e le difficili condizioni della montagna). L’ultima avventura risale al 2019, sul Nanga Parbat. C’era anche Carlalberto “Cala” Cimenti. Tre Snow Leopard…

Ora i piani dei due russi sono cambiati, si tenta il Broad Peak.

 

DEATH ZONE FREERIDE

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button