Della Bordella, Bernasconi e Pasquetto in libera sull’Aguja Poincenot

La via "40esimo gruppo Ragni" aperta da Mario Panzeri, Paolo Vitali, Marco Della Santa e Daniele Bosisio nel 1986 sulla parete nord

Niente da fare sul Cerro Torre, ma i Ragni hanno trovato una buona alternativa in Patagonia.

Matteo Della Bordella (in Patagonia con Matteo Bernasconi e Matteo Pasquetto).

E’ una strana sensazione non riuscire nemmeno a mettere le mani sul Torre dopo averlo tanto desiderato, ma è inutile girarci intorno, con queste condizioni era troppo pericoloso!
Ne abbiamo approfittato per ripetete una via un po’ misteriosa e affascinante che sale la parete nord dell’Aguja Poincenot: la via 40esimo gruppo Ragni aperta da Mario Panzeri, Paolo Vitali, Marco Della Santa e Daniele Bosisio nel 1986.
Ci teniamo a fare i complimenti agli apritori (allora giovanissimi) per l’intuizione avuta nello scalare per primi questa parete per una linea così logica. Se non fosse per il lungo e scomodo avvicinamento siamo convinti che al giorno d’oggi questa via potrebbe diventare molto ripetuta ed ambita per la qualità della scalata. Siamo riusciti nella completa salita in libera a vista della via e possiamo dire che in un’ottica moderna questa sia un bellissima via con difficoltà fino al 6c.

Matteo Pasquetto

Altra finestra altra avventura: Aguja Poincenot dalla via 40esimo Gruppo Ragni sulla parete Nord-Ovest! Bellissima linea di arrampicata in fessura aperta nel ’86 da Paolo Vitali, Marco della Santa, Mario Panzeri e Daniele Bosisio che, per circa 600 metri, corre su questa bellissima parete. Potrebbe essere la prima ripetizione, potrebbe essere la prima libera… poco importa… sta di fatto che scalare tutti i tiri a vista e bivaccare poco sotto la cima di questa imponente guglia è stato veramente incredibile!
Il team de “Los Mateos” è sempre più affiatato: essere tutti e tre in cima alla Poincenot per la prima volta è stato super! Grazie ragazzi!

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button