Dolomiti del Brenta, escursionista precipita e muore

Dolomiti del Brenta: morto lungo il canalone Neri, tra Cima Tosa e Crozzon. Era con un amico

Un escursionista è morto stamattina precipitando da un canalone mentre era impegnato in una scalata sulla cima Tosa, nelle Dolomiti di Brenta. Si tratta di un uomo residente a Trento, classe 1963. Sergio Zenatti di Villamontagna.

L’allarme

L’allarme è stata lanciato da un amico della vittima. Sul posto sono arrivati i soccorritori con l’elicottero del 118 i quali non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo e portare la salma a valle. I rilievi sono stati condotti dai carabinieri.

L’escursionista è morto dopo essere precipitato lungo il canalone Neri, tra cima Tosa e il Crozzon.

La vittima stava affrontando la salita del canalone assieme ad un amico, che lo precedeva.

La salma è stata portata nella camera mortuaria di Madonna di Campiglio.

Cima Tosa (Dolomiti Brenta)

La Cima Tosa (3136 m s.l.m.) è una montagna delle Alpi Retiche meridionali, la seconda vetta più alta delle Dolomiti di Brenta. Storicamente considerata la più alta, nel 2015 nuovi rilievi la confermano seconda, dopo cima Brenta, per lo scioglimento della calotta sommitale.

La cima Tosa è il punto culminante del complesso massiccio che si eleva tra la val Brenta a nord, la val d’Ambiez a sud, la Pozza Tramontana a est.

La vetta è una cupola nevosa, dalla quale scendono verso sud est ghiaie e campi nevosi, interrotti da basse fasce rocciose. Il versante nord precipita con un’imponente parete di 800 metri, delimitata dal ghiacciato Canalone della Tosa, che scende direttamente dalla cima separando la Tosa dal Crozzon di Brenta. Il versante ovest domina con una bella parete i residui della vedretta dei Camosci, tributaria della val Brenta. Verso la testata della val d’Ambiez, a sud, un altro canalone scende tra pareti rocciose più articolate. Nelle conche a sud e a ovest della cima si annidano rispettivamente la vedretta di Ambiez e la citata vedretta dei Camosci.

Dalla vetta si gode un panorama a 360 gradi, dal Garda alle Dolomiti, dalla vicina Presanella agli Alti Tauri e, ovviamente, sul gruppo di Brenta.

seguono aggiornamenti

 

leggi anche Il Sentiero dell’Orso sulle Dolomiti del Brenta

fonte: ansa

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button