Escursionista argentino morto in Valle Gesso

È stato ritrovato in un dirupo. Si era perso su un altro sentiero a causa della nebbia

E’ stato ritrovato morto l’escursionista argentino disperso da due giorni sulle montagne della Valle Gesso. Il corpo è stato avvistato dall’equipaggio dell’elicottero ‘Drago 60’ dei Vigili del fuoco durante un sorvolo di ricognizione.

I documenti trovati nello zaino hanno confermato che si tratta del sudamericano, 37 anni, che viveva a Torino.

L’incidente

Era diretto al rifugio Soria Ellena, dal Passo dei ghiacciai, ma probabilmente si è perso su un altro sentiero a causa della nebbia. Era partito per un’escursione mercoledì con due amici, un connazionale e un italiano, e si era diviso da loro al bivacco Moncalieri (2.710 metri di quota) con l’idea di ricongiungersi a loro al rifugio.

Il cadavere è stato trovato in un dirupo in zona di Gorgia Argentina. Verrà portato all’obitorio di Valdieri per il riconoscimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button