Escursionista scivola e muore sul Monte Baldo

È stato trovato morto in un tratto scosceso del sentiero che sale al rifugio Telegrafo, sul Monte Baldo, in Lessinia (Verona) un escursionista mantovano 54enne, originario di Goito, del quale da ieri si erano perse le tracce.

Soccorsi

Il corpo è stato individuato dagli uomini del Soccorso Alpino di Verona, allertato dai Carabinieri che avevano trovato l’auto dell’uomo parcheggiata nei pressi di un tornante della strada che da Novezza conduce al sentiero delle creste del Baldo e verso il rifugio Telegrafo.

I soccorritori, portati in quota con l’elicottero, hanno dapprima controllato l’eventuale presenza dell’escursionista all’interno di un bivacco invernale, vicino allo chalet Novezza, poi hanno iniziato la discesa del sentiero, mentre altri loro colleghi salivano dal basso, percorrendo la traccia a zig zag di salita. Arrivata a tre quarti del canale, la squadra in salita è stata fermata dai soccorritori che, in discesa, avevano trovato un paio di occhiali e i segni di una scivolata. Le due squadre sono quindi state fatte convergere nel punto indicato e attorno alle 5.40 hanno individuato a valle il corpo dell’uomo, caduto probabilmente dalla traccia su neve che risale il versante, finendo nel canale sottostante. Non appena è sorto il sole, l’elicottero di Verona emergenza ha effettuato il recupero della salma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button