Escursionisti impreparati: Svizzera lancia test autovalutazione online

Troppi escursionisti sopravvalutano le loro capacità e l'Upi corre ai ripari per i troppi morti e feriti

Escursionisti impreparati: in Svizzera: lanciato un test di autovalutazione online. E sì, spesso gli escursionisti, ne sappiamo qualcosa anche in Italia, non sono sufficientemente preparati per il loro tour in montagna. E spesso sopravvalutano le loro capacità.

Il test

Pertanto l’Ufficio prevenzione infortuni (Upi) e l’associazione Sentieri Svizzeri lanciano una nuova campagna di prevenzione con un test di autovalutazione online.

In Svizzera il trekking figura tra le attività sportive più amate. In montagna ci va il 57% della popolazione per svolgere trekking. E la tendenza è in aumento, dicono dall’Upi.

Gli incidenti

E purtroppo ogni anno si registrano circa 40 incidenti mortali e 4000 feriti (gravemente).

L’Upi ricorda che è indispensabile avere un passo sicuro, non soffrire di vertigini ed essere in forma. Da un sondaggio dell’Uupi risulta che troppo spesso le persone che percorrono i sentieri di montagna in Svizzera non soddisfano questi requisiti.

Il sondaggio

Sui 4200 escursionisti intervistati il 26% ha dichiarato di essere mediamente preparato o di non esserlo affatto, il 18% di non avere un passo particolarmente sicuro, pur trovandosi su un sentiero di montagna segnalato in bianco-rosso-bianco.

Questi sentieri possono includere tratti esposti con rischio di caduta, un aspetto di cui oltre un terzo delle persone interpellate non era consapevole.

 

leggi anche Lago di Braies: basta turismo selvaggio, arrivano limitazioni

 

La preparazione

Anche in materia di preparazione gli escursionisti si mostrano negligenti: l’89% delle persone interrogate aveva sì consultato il bollettino meteo, ma solo il 71% aveva calcolato il tempo di marcia e solo il 61% era consapevole delle difficoltà del percorso.

Inoltre solo la metà degli interpellati conosceva un itinerario alternativo o sapeva come tornare indietro nel caso in cui il percorso si fosse rivelato troppo difficile o la meteo fosse peggiorata.

La campagna in Svizzera

Sulla base di questi e di altri risultati, la settimana prossima l’upi lancia una nuova campagna in collaborazione con Sentieri Svizzeri.

Sono previste l’affissione di manifesti e l’organizzazione di diverse attività online e misure di prevenzione in montagna.

Il sito web trekking-sicuro.ch riporta molte informazioni e un test di autovalutazione che permette di determinare se si dispone della preparazione fisica necessaria per affrontare sentieri di montagna o se, per la propria sicurezza, è meglio scegliere un sentiero escursionistico segnalato in giallo.

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button
Close