Escursionisti tedeschi allertano i soccorsi e poi non avvisano del rientro

Sono rientrati a casa da soli. Soccorritori a cercarli per 24 ore sotto la pioggia e al buio

Coppia di tedeschi allerta i soccorsi e poi rientra da sola senza avvisare. È accaduto sulle montagne sopra Limone del Garda, nel Bresciano. I soccorritori hanno avuto da fare per circa 24 ore, una ventina di tecnici delle squadre territoriali del Cnsas – V Delegazione Bresciana, della Stazione del Soccorso alpino di Valle Sabbia, insieme con i Carabinieri e i Vigili del fuoco. Avevano avuto l’indicazione di concentrare le ricerche nella zona del Monte Bestone perché la moglie, esausta e non più in grado di rientrare, aveva allertato il 112. I soccorritori sono partiti sotto la pioggia e al buio per cercarli tra boschi e sentieri ma dei due tedeschi nessuna traccia. Telefono non raggiungibile. Alcune ore dopo è stato possibile verificare che erano riusciti a rientrare in modo autonomo ma non lo avevano comunicato.

Cnsas Quando si chiede aiuto è fondamentale restare sempre a disposizione e in contatto con i soccorritori: non solo, occorre anche riferire subito ogni cambiamento della situazione e tutto quello che può essere rilevante per le operazioni. Chiamare il 112 mette in azione persone, mezzi e risorse che svolgono un ruolo di massima importanza per la comunità. Un appello al senso di responsabilità di ciascuno è doveroso: una richiesta di soccorso va sempre effettuata e gestita con la massima serietà.

 

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button