Ferragosto in montagna. Ma attenzione al caldo

L'appello e i consigli del Cnsas per far fronte alla calura di questi giorni

Eh sì, il caldo si sta facendo sentire in questi giorni di agosto, l’anticiclone africano ci ha portato a sfiorare i 50° C in Sicilia, ma è tutta la Penisola che sta soffrendo, con i problemi che sappiamo anche sul fronte incendi.  La calura ci accompagnerà anche in questo week-end di Ferragosto, probabilmente la prossima settimana si boccheggerà un po’ di meno.

La montagna chiama, e, si sa, a Ferragosto è assalto alle alte quote. Ma attenzione al caldo, l’appello arriva anche dal Corpo nazionale Soccorso Alpino e Speleologico.

Cnsas In queste giornate di caldo torrido si raccomanda di astenersi dall’affrontare salite eccessivamente impegnative, specialmente sui versanti completamente esposti al sole e privi di fonti di approvvigionamento di acqua. I percoli dovuti al caldo, quali i colpi di calore e gli sfinimenti sono dietro l’angolo e possono risultare fatali in ambiente impervio, dove il fisico è sollecitato oltremodo e dove è richiesta la massima attenzione. Prima di partire per un’escursione, che sia in montagna o al mare per raggiungere una spiaggia isolata, è bene informarsi sempre sulla presenza di fonti d’acqua e sul loro stato. Si deve cercare di partire alle prime ore del mattino, evitando di camminare nelle ore più calde, portando sempre con sé nel proprio zaino almeno 2,5 litri d’acqua a testa, frutta fresca, accessori adeguati per coprirsi dal sole (cappello, telino, ecc.), occhiali e creme protettive. Sembrano consigli banali ma le statistiche altro dicono…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button