Trending

Fitz Roy, Sean Villanueva e Jon Griffin aprono La Chaltenense

Prima salita di una via di 500 metri (7a) che comprende una fessura di 350 mt larga 5/6 pollici

Grandi Sean Villanueva e Jon Griffin. 3 marzo 2021. Il belga e l’americano hanno fatto cordata al Fitz Roy per completare la prima salita di una via di 500 metri (7a) che comprende una fessura larga 350 metri (larga 5/6 pollici).  Hanno terminato la via all’alba e con problemi di congelamento.

La notizia rimbalza da Patagonia Vertical.

Jon Griffin pate abbia portato con sé degli altoparlanti da viaggio, quindi la musica ha suonato per gran parte della salita.
Il nome dato alla via onora la loro lunga permanenza a Chalten, entrambi sono lì da oltre un anno. Quindi va inteso come ringraziamento alla comunità locale.

 

Villanueva senza sosta

Non un mese fa Sean Villanueva ha abbagliato il mondo alpinistico con la sua formidabile traversata Moonwalk nel massiccio del Fitz Roy. Ma sapevamo che i suoi progetti non erano terminati.  Il risultato si chiama La Chaltenense (500 m, 7a).

Sean Villanueva è in Patagonia da più di un anno a causa, in parte, della pandemia Covid-19. Il confino e le restrizioni di viaggio dovute all’epidemia di Covid lo sorpresero a El Chaltén e, invece di cercare un modo per tornare a casa, preferì approfittare dell’occasione e rimanere vicino alle montagne.

Jon Griffin ha sperimentato un caso simile. L’americano ha anche trascorso l’ultimo anno a El Chaltén a causa della questione della pandemia e, insieme, hanno deciso di mettersi insieme per provare una linea da sogno…

La linea “Chaltenense” corre lungo il versante meridionale del Fitz Roy e condivide i primi due tiri con la via The Colorado. Da lì, si collega con la suddetta fessura.

Freddo estremo

Inoltre, hanno dovuto affrontare anche il freddo estremo. Buona parte della salita è avvenuta con temperature sotto lo zero, sia all’ombra che di notte, poiché hanno raggiunto il loro picco intorno alle 3:40 del mattino.

Entrambi hanno avuto problemi con il congelamento e anche Sean Villanueva ha dovuto essere curato al suo ritorno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button