Giù in parapendio dal Cerro Torre

Il team, formato dagli svizzeri Roger Schäeli, Mario Heller e dall'argentino Pablo Pontoriero, ha seguito le orme del tedesco Fabian Buhl

Roger Schäeli, Mario Heller e Pablo Pontoriero, giù dal Cerro Torre in parapendio. Il team è decollato dalla vetta dopo esser salito per la Via dei Ragni, sulla parete Ovest.

L’impresa non è nuova. Nel 2020 il tedesco Fabian Buhl ebbe questa idea. Prima di lui altri l’avevano fatto, ma mai nessuno era salito con le proprie forze sulla parete del colosso patagonico. Lui ci salì con le proprie gambe e non in elicottero e con in groppa tutta l’attrezzatura.

 

LEGGI ANCHE Il video del lancio di Fabian Buhl dal Cerro Torre

 

Ora il team ha seguito le sue orme. L’impresa risale al 18 gennaio. Loro sono gli alpinisti svizzeri Roger Schäeli, Mario Heller e l’argentino Pablo Pontoriero. Giù sino a El Chalten. Un volo di pochi minuti.

Per Schäli non la prima performance da quando è in Patagonia. Ossia da prima di Natale. Ha salito l’Aguja Guillaumet, l’Aguja Poincenot e il Fitz Roy. Ora il Cerro Torre. Insomma, si è dato un bel da fare lo svizzero. Il compagno, Heller, giunto in Patagonia dopo Capodanno, è stato bloccato dal Covid.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button