Gli Alpini “invadono” la città di Pordenone e realizzano staccionate, muri e giardini

penne nereGran successo per l’adunata nazionale degli Alpini a Pordenone. Più di centocinquanta esibizioni di cori e 60 concerti delle fanfare: sono alcuni dei numeri della manifestazione svoltasi tra il 9 e l’11 maggio. Ma la festa è stata l’occasione per rendere qualcosa di concreto, fattivo. L’Associazione Nazionale Alpini, in collaborazione con il settore Lavori Pubblici del Comune di Pordenone, ha messo mano ad alcuni lavori per la collettività: nuove steccionate, muri, scalinate, lavori di edilizia scolastica e giardinaggio. A Pordenone è stata anche presentata “Ta-Pum”, una spedizione alpinistica, sportiva e culturale che ripercorrerà, tappa dopo tappa, i luoghi che furono scenario della Grande Guerra: 1.700 km e quasi 90 tappe compiute in continuativa da due team, composti da civili e militari che “attrezzeranno” l’itinerario per chi lo vorrà ripetere in tutto o in parte. Quella di Pordenone sarà una festa e ma anche “una presa di coscienza, ricordando il passato e assumendosi responsabilità per il tempo presente”, come ha indicato il Presidente nazionale dell’Associazione Alpini Sebastiano Favero.

 

© 2014, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button
Close