Grigioni, grazie ai droni salvati 476 cuccioli di caprioli dalle falciatrici

Grazie ai droni dotati di termocamere in Svizzera (nei Grigioni) sono stati salvati 476 cuccioli di capriolo che avrebbero rischiato di rimanere vittime delle falciatrici. L’operazione è il frutto della collaborazione fra cacciatori e agricoltori.

L’operazione salva-caprioli

Tra fine maggio e l’inizio luglio sono stati effettuati circa 1’300 interventi che hanno permesso di salvare 476 giovani caprioli, 140 in più rispetto allo scorso anno.

La notizia arriva dall’Ufficio della caccia e della pesca dei Grigioni. Sono stati utilizzati 24 droni muniti di termocamere, cinque in più allo scorso anno e le attività di soccorso sono state estese anche alle zone di Domat/Ems, Valle del Reno Posteriore, Valle dell’Albula e Davos/Klosters. Hanno lavorato ben 190 piloti di droni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button