Baruntse, Holecek e Groh sani e salvi

I due alpinisti si son ritrovati nel bel mezzo del ciclone costringendoli a bivacchi infernali dopo esser riusciti a scalare l'inviolata parete nord-ovest

AGGIORNAMENTO 30/05/2021 ore 15:00
Sono stremati. Sono sani e salvi. A causa della quantità di neve che cade, non è possibile lasciare BC a piedi. Entrambi sono in volo in elicottero verso Katmandu. Se la sono vista brutta. Il ciclone li ha messi a dura prova sull’inviolata parete nord-ovest, con 8 bivacchi nel totale. Bella impresa quella di Holecek e Groh!

AGGIORNAMENTO 28/05/2021 ore 7:30

 

Marek Holecek Siamo sopravvissuti ad un’altra notte infernale nella tempesta e a una forte nevicata. Abbiamo dovuto tirare fuori la tenda dalla neve con le nostre mani. Tutte le suppliche e le preghiere vanno a sabato.

Si spera, infatti, che oggi il meteo conceda una tregua e che Holecek e Groh possano scendere al cb.

La situazione non è migliore sull’Everest, dove il ciclone Yaas si è fatto sentire con tutta la sua forza. Il campo 3, come riferiscono dal cb, è stato spazzato via da una valanga.

 


Situazione meteo allarmante sull’Himalaya. Il Governo nepalese ha chiesto alle agenzie e agli ufficiali di collegamento il rientro immediato degli alpinisti dall’Everest.
Nirmal Purja, attualmente al campo 2 con la sua squadra, dice che il meteo nelle ultime ore è migliorato un po’ anche se continua a nevicare.
Situazione complicata sul Baruntse. Con visibilità pari a zero e Marek Marek Holecek e Radislav Groh, costretti, dopo aver aperto una via sulla parete nord-ovest e aver raggiunto la vetta, a bivaccare 100 metri sotto di questa.

 

Holecek, ieri sera

 

Un buio bianco. Siamo imprigionati qui dal meteo. Un altro bivacco sulla cresta del baruntse a 6900 metri. Sta nevicando, il vento soffia e siamo circondati da un buio bianco. Con tre ore di buona visibilità potremmo essere giù al sicuro. Proveremo a scendere di notte. Dovrebbe nevicare fino a sabato. Manderò messaggi finché non si scarica la batteria del satellitare.

E oggi?

Holecek La condizione è immutata, siamo intrappolati a Settemila metri e non possiamo muoverci. Nevica ancora e c’è forte vento, non si vede a un passo. Aspettiamo un miracolo che si spera arrivi sabato.

© 2021, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button