I francesi Védrines e Dubouloz aprono nuova via sulla Nord del Chamlang

Quattro giorni sul Settemila nepalese, l'hanno chiamata "À l'ombre du mensonge"

Nuova via sul Chamlang aperta dai francesi Benjamin Védrines e Charles Dubouloz. Via tracciata sulla parete nord del Settemila nepalese (7319 mt).

L’hanno chiamata “À l’ombre du mensonge” (All’ombra delle bugie), ha difficoltà di WI5+, M5+, 90°, ED, 1600 m. Sono poi scesi per la cresta ovest.

Una bella salita, i due hanno effettuato due bivacchi sulla via di salita e uno in discesa, quattro giorni nel totale la loro spedizione (9-12 ottobre).

Védrines È stata la salita più impegnativa che mi sia trovato a fare, sia per le notti sotto le spindrifts, sia per le tappe che abbiamo dovuto affrontare. Sono molto felice di aver affrontato con successo, insieme a Charles, questa sfida ambiziosa. Sono tornato cresciuto e felice, felice di aver goduto così intensamente delle montagne himalayane.

Avevano anche un piano B (sulla cresta meridionale del Chamlang o sul Hunku Chuli) ma il piano A ha funzionato perfettamente. Dopo un tranquillo acclimatamento sul Mera Peak (6.476 metri), Benjamin Védrines e Charles Dubouloz hanno aspettato al campo base il via libera di Vincent Latu e Yan Giezendanner che hanno svolto il ruolo di meteorologici dalla Francia.

 

LEGGI ANCHE Benjamin Védrines, nuovo record sullo Spaghetti Tour al Monte Rosa

 

Conoscevamo il progetto ambizioso: ombra, altitudine, freddo, lunghezze tecniche, bivacchi difficili, l’impegno di essere solo in due.

 

 

Sul Chamlang attualmente c’è anche un’altra spedizione francese, sul pilastro nord, meta di Symon Welfringer, Aurélien Vaissière, Damien Tomasi e Fanny Schmutz-Tomasi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button