Il 19enne Juan Diego Martínez suona la pianola in vetta all’Everest

Il giovane messicano dopo l'Everest è salito anche sul Lhotse

Juan Diego Martínez a 19 anni in vetta all’Everest e al Lhotse in sole 27 ore. Un’impresa, coe vedemo con tanti record personali.

Quanti record!

Una volta raggiunto la vetta dell’Everest (con il team d Nirmal Purja) è anche riuscito a suonare per oltre un minuto il piano portato lassù dagli Sherpa. Primo record: messicano più giovane sull’Everest. Contestualmente ha battuto un altro record: l’esecuzione col piano più alta del mondo.

Scendendo dall’Everest è anche caduto (senza conseguenze) e poi è salito sul Lhotse. Diventando anche il messicano più giovane della storia a scalare questa montagna.

E i record non finiscono qui: sì, Martinez è diventato anche lo scalatore più giovane a realizzare la doppietta Everest-Lhotse.

Ha avuto un buona maestro (Purja), anche leggendo i suoi commenti dopo tali imprese.

Assolutamente nulla è impossibile quando credi in te stesso.

 

2 Commenti

  1. Con l’ossigeno però, scriviamolo….comunque: a quando l’apertura di un chiosco di birre in vetta all’everest? (volutamente scritto in minuscolo)

  2. L’unico significato di un gesto così lo ritrovo nella “sboronaggine” di considerare salire un 8000 come andare al pub con gli amici. Ok sei superman e noi no, ma ricordati che le montagne non si conquistano, né si usano, ma si rispettano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button