Il Cai cerca gestore per il bellissimo Rifugio Nuvolau

È considerato il più antico delle Dolomiti. Inaugurato nel 1883, distrutto durante la guerra e ricostruito. Si trova sul monte omonimo a 2.575 mt

La Sezione del Cai Cortina d’Ampezzo intende affidare in gestione a terzi, con la formula dell’Affitto d’Azienda, il Rifugio “Nuvolau” situato sul Monte omonimo a quota 2575 metri.

La domanda

Gli interessati dovranno far pervenire domanda in carta semplice via posta, via e-mail all’indirizzo: segreteria@caicortina.org, o PEC all’indirizzo: cortinadampezzo@pec.cai.it al Consiglio Direttivo Sezione entro e non oltre 15 febbraio 2021, indicando oltre ai propri dati personali, di possedere i requisiti morali e di legge per la gestione di un Rifugio Alpino e di aver preso conoscenza di quanto indicato all’art.1 del Tit.2 (Definizione di Rifugio CAI) del vigente Regolamento per le Strutture ricettive del CAI.

I candidati

I Candidati dovranno, altresì, allegare un curriculum nel quale evidenzieranno il possesso di eventuali titoli preferenziali, di cui all’art.3 – parte I – dello stesso Regolamento e provvederanno a segnalare eventuali titoli che a loro giudizio possono costituire motivo di preferenza.
Si fa presente che non verranno prese in considerazione domande pervenute antecedetemente alla data del presente bando.
Sono ammesse solo domande di persone fisiche.

La scelta del candidato avverrà ad insindacabile giudizio del Consiglio Direttivo della Sezione di Cortina d’Ampezzo.

SCARICA IL BANDO

Il Rifugio Nuvolau

È considerato il più antico delle Dolomiti. Inaugurato nel 1883, quando si chiamava Sachsendank Hütte: il piccolo manufatto di 12 metri quadrati era il primo rifugio delle Dolomiti d’Ampezzo.
Poi fu ingrandito tra il 1895 e il 1896.  Fu occupato dalle truppe italiane durante la prima guerra mondiale, dalla quale guerra fu qusi distrutto.
Nel 1929 il rifugio venne ricostruito e il 3 agosto 1930 ci fu l’inaugurazione.

Accesso

L’accesso più comodo parte dal Rifugio Cinque Torri (priv., 2137 m.), sotto la Torre Grande d’Averau (12 km. da Cortina, strada carrozzabile asfaltata fino al Rif.), oppure dal Rifugio Scoiattoli (priv., 2230 m.), a mezz’ora da questo, e sale per sentiero fino a Forcella Nuvolao (2413 m., rifugio priv.) e poi in vetta, in circa un’ora e mezza. Due belle ma più impegnative possibilità d’accesso avvengono dal Passo Giau (16 km. da Cortina), per sentiero normale oppure per il sentiero attrezzato della Gusèla, in due ore.

Primo rifugio della conca d’Ampezzo: costruito grazie al munifico lascito del barone Richard von Meerheimb di Dresda.

Ascensioni

Le principali ascensioni effettuabili dal Rifugio sono: la Gusèla (via normale, ore 0.30), l’Averau (via normale, parzialmente attrezzata, ore 1.30). Una comoda traversata si può effettuare verso il Passo Falzarego per Forcella Averau (due ore). Di recente è stato inaugurato un singolare Museo all’aperto nelle trincee italiane delle Cinque Torri d’Averau, a poca distanza dal Rifugio. D’inverno, il Nuvolao è una comoda e panoramica meta scialpinistica.

fonte/foto: cai cortina

2 Commenti

  1. Buon giorno è possibile avere la documentazione relativa all’appalto di gestione. Ringraziandovi fin d’ora per la vostra disponibilità porgo cordiali saluti
    Scalco Davide

    1. Salve Davide,
      la invitiamo a contattare il Cai Sezione di Cortina d’Ampezzo. Comunque nell’articolo, come avrà avuto modo di vedere, c’è il link di rimando al Bando e al sito della locale sezione Cai.

      Speriamo di esserle stati d’aiuto,

      Cordiali saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button