In Trentino dopo gli orsi scoppia il problema lupi

Il presidente della Provincia autonoma di Trento ha inviato una lettera al ministro Cingolani nella quale chiede l'avvio di un percorso che porti a definire gli strumenti che la Provincia può mettere in atto al verificarsi di determinate situazioni e comportamenti confidenti da parte di un esemplare

Sulla gestione del lupo in Trentino, il presidente della Provincia autonoma Maurizio Fugatti ha scritto una lettera indirizzata al ministro della transizione ecologica Roberto Cingolani.

Nella missiva, il cui oggetto riguarda la presenza dei lupi nelle vicinanze dei centri abitati, il presidente della Provincia ricorda come, su questo aspetto, all’amministrazione arrivino “numerosi appelli preoccupati da parte di sindaci che si fanno interpreti delle istanze della cittadinanza” e che “il fenomeno dell’avvicinamento dei lupi ai centri urbani è fonte di pericolo anche per i molti animali domestici che in questa stagione vengono custoditi nelle immediate vicinanze delle abitazioni”.

Un tema del quale si è occupato recentemente anche il Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza, dove gli amministratori locali hanno manifestato le paure dei loro cittadini, sottolineando l’importanza di una risposta da parte delle istituzioni competenti.

La missiva

Al ministro Cingolani, quindi, si chiede nella lettera di “rilanciare e portare a termine il progetto di gestione sperimentale del lupo per la Provincia autonoma di Trento (dotata come noto di normativa ad hoc al riguardo) più volte richiesto ma ancora non concretizzatosi di fatto”.

L’auspicio espresso nella lettera dal presidente della Provincia autonoma è che “si possa rendere concreto un percorso che porti a definire gli strumenti che la Provincia può mettere in atto al verificarsi di determinate situazioni e comportamenti confidenti da parte di un esemplare”.

 

ufficio stampa provincia trento

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button