Jost Kobusch: Pezzi di ghiaccio volteggiano nell’aria. Così è impossibile

Everest: il giovane tedesco si è infortunato a un piede e parte del percorso è collassato

NELLA NOTIZIA
  • Jost Kobusch sta tentando la salita al Tetto del Mondo in solitaria, senza ossigeno e per la difficile cresta ovest

Si complicano le cose sull’Everest per il giovane Jost Kobusch. Il tedesco è sceso al campo base da un paio di giorni, il meteo non dà tregua con forti venti e per di più si è pure infortunato ad un piede.

Kobusch racconta che nello scendere l’altro giorno…

Il vento è stato così forte, che piccoli pezzi di ghiaccio volteggiano nell’aria. Non c’è modo di salire così.

E, come si diceva, si è infortunato:

Ieri mattina mi sono svegliato con dolore al piede sinistro. Tutta l’adrenalina deve aver coperto il dolore l’altro ieri. Ieri e oggi ho allungato il piede, fermo e immerso in acqua calda.

Ma Kobusch sta dimostrando di tenere duro.

Per il percorso collassato c’è già una soluzione e quando il piede si è ripreso, cercherò di spingere di nuovo a 7000 m. Non ci sono problemi solo sfide!

foto: jost kobusch

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button