Juraj Svingal e Marek Radovsky, nuova via di 900 mt nel Tien Shan

I due slovacchi hanno aperto una difficile linea su una montagna di 5000 metri (Zabor) chiamandola Dry Ice Queen

Tien Shan: i due slovacchi Juraj Svingal e Marek Radovsky hanno aperto in due giorni (13 giorni di spedizione) una difficile via su Zabor, montagna di 5.080 metri nel massiccio del Kokshaal-Too. La via l’hanno chiamata Dry Ice Queen con uno sviluppo di 900 metri e 21 lunghezze (difficoltà M9- WI6+). Una bella impresa, una sfida difficile.

Radovsky 23 ore di arrampicata, corde e scalate. 900 metri di bella arrampicata per lo più su ghiaccio fragile, più alto salivamo più il ghiaccio diventava peggiore a causa dell’esposizione al sole. Dal basso non sapevamo nemmeno se saremmo riusciti a sfondare i tratti più difficili. Infine, è andata al primo tentativo, ma non è stato facile.

Il duo è tornato alla cività, fanno sapere dalla federazione slovacca e si stanno rimettendo dopo la dura prova in parete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button