K2, mai tanti permessi rilasciati

Sinora oltre 350 permessi. Si temono incidenti per gli ingorghi e gli alpinisti studiano piani alternativi per la salita

Numeri record sul K2 in questa estate 2022. Mai tanti permessi rilasciati da quando il K2 è stato scalato la prima volta, nel 1954 dagli italiani Lino Lacedelli e Achille Compagnoni.

I permessi

Le spedizioni stanno arrivando al Campo Base del K2. Pare che siano stati rilasciati già circa 350 permessi per il K2 e il vicino Broad Peak. E la stampa locale punta il dito sull’assenza di un piano di salvataggio. Con tali numeri in effetti il rischio di incidenti aumenta notevolmente. Si rischia di vedere gli ingorghi dell’Everest.

Pianificazioni

I team saranno costretti a pianificare attentamente la loro attività in quota, così come dovranno fare gli alpinisti indipendenti. C’è già chi sta pensando di cambiare via di salita o di saltare il campo 1 dove non c’è molto spazio per le tende e arrivare direttamente a C2. C’è chi sta valutando di unire le forze con qualcun altro e condividere la tenda e risparmiare così spazio, cosa difficile perché in tal caso bisogna seguire lo stesso piano di salita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button