Kristin Harila sogna i 14 Ottomila in 6 mesi: col Manaslu fa 12

La 36enne alpinista norvegese vuole migliorare il record di Nirmal Purja. Le mancano Cho Oyu e Shisha Pangma, tempo massimo 2 novembre

Ho già dimostrato che le donne possono rompere le barriere. Spero di avere una giusta occasione per fare il record, significherebbe molto per le donne dell’alpinismo.

Kristin Harila continua la sua marcia verso i 14 Ottomila che vuole ultimare nel tempo record di sei mesi.

Accompagnata da Dawa Ongju Sherpa e Pasdawa Sherpa è salita in vetta al Manaslu. Approfittando dell’annunciata finestra di bel tempo, dopo un lungo periodo di stop forzato, le spedizioni presenti hanno pianificato il proprio tentativo di vetta. Ma poi un’inattesa nevicata ha bloccato molti team, alcuni hanno continuato a salire su neve fresca e rischio di valanghe.

 


Ricordiamo che le autorità nepalesi hanno rilasciato più di 400 permessi di arrampicata per il Manaslu questo autunno, il che insieme al sostegno degli sherpa che non hanno bisogno di un permesso fa sì che oltre 700 persone mirino a scalare questa montagna in questa stagione.


 

Tra i gruppi che hanno conitnuato a salire c’era 8K Expeditions, nel quale anche Kristin Harila.

L’alpinista norvegese ha l’obiettivo di emulare Nirmal Purja e scalare i quattordici ottomila in sei mesi.
Con il Manaslu, la 36enne Kristin Harila ha raggiunto il 12° Ottomila dalla primavera scorsa. Dal 28 aprile. Ora le manca solo il Cho Oyu e lo Shisha Pangma. Tempo massimo 2 novembre. Appena arrivati ​​al campo base, ha subito iniziato il viaggio verso Cho Oyu. Per quanto riguarda lo Shisha Pangma, Harila non ha ancora ricevuto dalle autorità cinesi i permessi necessari per scalare questa montagna in Tibet.

L’appello

Ogni sforzo finora non ha portato al successo, anche se ho ricevuto un enorme aiuto da tutto il mondo, compreso l’ambasciatore cinese in Norvegia.
Ho bisogno di tutto l’aiuto possibile. Qualche idea? Contattate chiunque possa aiutarmi nel dialogo con le autorità cinesi. Dobbiamo muoverci velocemente per battere il record.
Contattatemi alla mail post@kristinharila.com o nei commenti se pensate di poter aiutare.

Gli Ottomila scalati

  • Manaslu 22 settembre
  • Gasherbrum I 11 agosto
  • Gasherbrum II 8 agosto
  • Broad Peak 28 luglio
  • K2 22 luglio
  • Nanga Parbat 1 luglio
  • Makalu 27 maggio
  • Lhotse 22 maggio
  • Mt. Everest 22 maggio
  • Kanchenjunga 14 maggio
  • Dhaulagiri I 8 maggio
  • Annapurna I 28 aprile

Kristin Harila

Qualcosa la rende simile a Purja, la sua poca esperienza precedente sugli Ottomila. Così come era per l’ex Gurkha. Per dedicarsi all’alpinismo (è guida, runner e sciatrice) ha lasciato il suo lavoro da dirigente nel 2019. Così come Purja fece con l’esercito.
La sua prima esperienza di alta quota è stata il Putha Chuli (7.246 m), in Nepal.

Dopo la pandemia, è tornata in Nepal ed ha scalato l’Everest, il Lhotse. Missione compiuta in sole 12 ore.

Poi ha visto il documentario di Nirmal Purja ed in lei è scattato qualcosa. Nella sua mente è scattato un obiettivo da raggiungere. Ed eccola che è partita a razzo per portarlo a termine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button