La cordata più grande del mondo tra Aiguille du Midi e Punta Helbronner

Una cordata di 200 persone sul Monte Bianco per dare il via ai festeggiamenti dei 200 anni della Compagnia delle Guide di Chamonix

La compagnia delle guide di Chamonix ha iniziato a festeggiato i suoi 200 anni dalla fondazione con la realizzazione di una grande cordata di 200 persone sui ghiacciai della Vallée Blanche, nel massiccio del Monte Bianco.

Tutti si sono radunati tra l’Aiguille du Midi (3.842 m) e Punta Helbronner (3.642 m), per formare la cordata più grande del mondo.

Sono state invitate anche guide italiane e svizzere, colleghi delle guide di Chamonix, oltre a clienti abituali.

Il presidente Olivier Greber La compagnia delle guide di Chamonix, che riunisce 250 guide alpine, è la più antica e la più grande compagnia in Francia e persino nel mondo. Per questo anniversario, che è un po’ simbolico, volevamo ringraziare i nostri partner, i nostri clienti, i nostri amici, andando in montagna e la Vallée Blanche è una cornice magnifica per questo.

 

Un po’ di storia

La Compagnie des Guides de Chamonix fu creata nel 1821 in seguito a un incidente sul Monte Bianco in cui persero la vita le guide Auguste Tairraz, Pierre Balmat e Pierre Carrier. Viene istituito un fondo di solidarietà per aiutare le famiglie in lutto e viene stabilito un principio di equa distribuzione del lavoro: nascono la Caisse de Secours e il Tour de Rôle. La Compagnia contava allora 34 membri tra cui Jacques Balmat, che scalò il Monte Bianco nel 1786.

Maison de guide chamonix
chamonix.com

Questo periodo è segnato da una vera e propria mania della borghesia anglosassone per l’alta montagna. Gran parte dell’arco alpino resta da scoprire e la caccia alle prime salite è in pieno svolgimento. Il decennio 1855-1865 è considerato il “periodo d’oro dell’alpinismo” perché è senza dubbio il più prolifico nella storia dell’alpinismo.
Michel Croz e il suo cliente Edouard Whymper sono sicuramente una delle cordate più famose dell’epoca. Nel 1865 effettuarono la prima salita dell’Aiguille Verte, delle Grandes Jorasses e del Cervino, dove Michel Croz morì tragicamente durante la discesa.

Poi una lunga storia di conquiste, di uomini, di cordate e amicizie, di montagne… sino ai giorni d’oggi!

I festeggiamenti

Dal 9 al 15 agosto, continuano i festeggiamenti nella valle di Chamonix. Organizzata anche una mostra per l’occasione, e un appello a tutte le guide e ai familiari per recuperare notizie, oggetti, materiali al fine di arricchire il Museo.

 

© 2021, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button