Le belle sfide di Marek Holeček: parete nord-ovest del Baruntse

Il ceco è già al cb del Settemila nepalese per tentare una parete infinita in stile alpino

Nuova avventura di Marek Holeček, una delle sue, come quella che nel 2018, dopo 5 tentativi, che gli valse il Piolet d’Or (SO Gasherbrum I).

Bell’avventura

Il ceco tenterà la parete nord-ovest del Baruntse (7.129 mt). Sono al cb già da un paio di giorni. Un paretone infinito. Holecek non sarà da solo, con lui Radoslav Groh. Nel team anche altri due cechi: Pavel Hodek (li accompagnerà durante l’acclimatamento sulla via normale) e il fotografo Tomas Galasek.
Inutile dire che affronteranno la parete in stile alpino, veloci, in un’unica spinta, e senza portatori e personale di supporto al cb.

Marek Holeček Il sogno che doveva realizzarsi nello stesso periodo dell’anno scorso finalmente si sta realizzando. È una parete di due chilometri. Finalmente siamo tutti a BC dopo tutte le peripezie. Gli ultimi raggi viola del sole leccano la fantastica parete nordo-ccidentale di Baruntse. Il nostro obiettivo è alla portata, siamo in mezzo alla bellezza delle montagne da soli e con il buio che attraversa la valle e le nostre risate allegre.

Il Baruntse

È una montagna della regione del Khumbu (Nepal). Ha un’altitudine di 7.129 mt. È coronata da quattro cime e delimitata a sud dal ghiacciaio Hunku, a est dal ghiacciaio Barun e a nord-ovest dal ghiacciaio Imja. La montagna fu scalata per la prima volta, dalla cresta sud, il 30 maggio 1954 da Colin Todd e Geoff Harrow di una spedizione neozelande seguidata da Sir Edmund Hillary.
L’accesso alla montagna si ottiene solitamente da sud, dove gli alpinisti possono salire sulla cima del Picco Mera per acclimatarsi prima di risalire la valle fino al campo base del Baruntse.
Nel 2010 è stato registrato un tragico incidente, Chhewang Nima, che ha raggiunto la cima del monte Everest 19 volte, è morto durante una spedizione sul Baruntse quando fu colpito da una valanga ad un’altitudine di circa 7000 metri.

Pillole su Holeček

Marek Holecek
Marek Holecek

Marek “Mára” Holeček (nato il 5 novembre 1974 a Praga) è un alpinista, esploratore, autore e regista di documentari ceco.
Come già detto, Holeček ha ricevuto il premio Piolet d’Or 2018 per la sua salita sulla parete sud-ovest del Gasherbrum I con Zdeněk Hák, in stile alpino. Per quella salita ricevette anche il premio dalla Czech Mountaineering Association. Chiamarono la via “Satisfaction” (ED +, M7, WI 5+, inclinazione totale 70°).
Ha avuto altra nomina per il Premio Piolet d’Or nel 2014 per la prima salita al Talung (7.348 m), Nepal, con Zdeněk Hrubý.
Di Piolet d’Or ne ha vinto un altro nel 2020 per una nuova via sul Chamlang.
Riconoscimento d’onore ai Golden Piton Awards 2006 per la prima salita al Meru Central (6.310 m), India.
Le sue imprese sulle montagne di tutto il Pianeta: Patagonia, Antartide, Himalaya, Cordillera Blanca, Afghanistan, Alpi…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button