L’Italia a passo di mulo

Il progetto Woodvivors parte dall'isola di Pantelleria per giungere in Piemonte lungo il Sentiero Italia Cai. 2.500 km in 5 mesi. Il viaggio sarà raccontato in un docufilm. Gli obiettivi

L’Italia a passo di mulo. Lungo il Sentiero Italia Cai. È questo il viaggio di Woodvivors. Si parte a metà aprile. Dall’isola di Pantelleria sino in Piemonte. 2500 km e il tutto sarà poi racocntato da un docufilm. 5 mesi di cammino, più o meno. Un film sul viaggio, il percorso, l’Italia, le genti, le culture e le tradizioni, saperi delle cività contadine, i dialetti…

Tutto questo è quel che offre il Sentiero Italia CAI.

Il viaggio

Organizzatori Woodvivors è un progetto nato nel 2016 da un’idea di Francesco Paolo Lanzino. Il nostro obiettivo è di dare risalto ad una realtà dimenticata, l’Italia rurale, raccogliendo le testimonianze dei protagonisti di quel mondo. Il team è formato da un gruppo di persone desiderose di riscoprire e far conoscere le tradizioni, i valori e gli stili di vita di una volta.
Con il nostro viaggio vogliamo mostrare come chiunque, armato di curiosità, possa riportare alla luce le radici rurali del proprio territorio, apparentemente lontanissime, per creare un futuro sostenibile che non rinneghi il nostro passato.

 

L’acqua

Tra gli obiettivi del progetto vi è anche la mappatura GPS dell’intero percorso e di tutte le fonti d’acqua incontrate lungo la via. In modo tale da realizzare una mappa virtuale di pozzi, fonti e acqua potabile, disponibile online in open source.

Italia a passo di mulo

L’itinerario, come detto, si snoda attraverso l’Italia, da Pantelleria a Torino. Il percorso, dicono da Woodvivors, si sviluppa prevalentemente lungo dorsali appenniniche, lontano dai grossi centri urbani, seguendo dove possibile le tracce dei vecchi sentieri e tratturi. La durata prevista del viaggio è di circa 5 mesi.

Il progetto ha avuto il sostegno del Club Alpino Italiano.

Sentiero Italia Cai muli woodvisors
Woodvisors

 

 

© 2021, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button