Lo scialpinismo torna libero in Valle d’Aosta

Nuova Ordinanza regionale non prevede l'obbligo di accompagnatore

In Valle d’Aosta si torna a pratica relo scialpinismo sena obbligo di di accompagnatore. Lo scorso 16 gennaio è stata firmata la nuova ordinanza del Presidente della Regione (misure anti-Covid) e sarà in vigore sino al prossimo 13 febbraio.

Un sospiro di sollievo e una battaglia vinta, viste le tante polemiche che la precedente Ordinanza aveva sollevato. Ovviamente per il momento solamente i valdostani potranno praticarlo consisiderata la chiusura della mobilità interregionale.

Nell’Ordinanza Possibile svolgerle purché nel rispetto della distanza di sicurezza personale. Tra le attività consentite figurano anche lo scialpinismo e le ciaspolate. La raccomandazione a tutti coloro che decidono di fare attività motoria e sportiva all’aperto è di prestare la massima attenzione a non provocare situazioni emergenziali.

Le polemiche

Il divieto era stato introdotto con l’ordinanza regionale dell’11 dicembre 2020 valida fino al 20 dicembre e poi prorogata sino al 15 gennaio.

A dire no il Cai, le Guide alpine oltre al mondo degli appasisonati. La diatriba ha portato anche alle dimissioni del Presidente e il Vicepresidente dell’Unione Valdostana Guide di Alta Montagna, Pietro Giglio e Mario Ogliengo.

© 2021, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button