Majella, eccezionale ritrovamento: un Menhir del Neolitico

Ritrovato nella Valle Giumentina, è alto circa 2,30 mt ed è cosparso di segni

Majella: ritrovato menhir del Neolitico. Ieri, nel meraviglioso scenario della Valle Giumentina, sopralluogo del Presidente del Parco Nazionale della Majella Lucio Zazzara e gli amministratori di Abbateggio (Pe).
Il personale del Parco Majella e gli amministratori comunali del centro abruzzese hanno condotto un sopralluogo nel sito del ritrovamento di un elemento lapideo antropomorfo.
È di cospicue dimensioni (circa 2,30 m) e di indubbio interesse.

Prima indagine

Secondo una prima e sommaria datazione, si tratta di una sorta di menhir risalente al periodo neolitico ed è cosparso di segni che dovranno essere interpretati da esperti del Parco Majella e probabilmente con la collaborazione di professionalità esterne.

Ancora una volta la Majella ci ha donato un pezzo della sua storia facendolo emergere dalla sua coltre – ha dichiarato il Presidente del Parco Lucio Zazzara -.
In collaborazione con la competente Soprintendenza Archeologica, lo metteremo presto in sicurezza.
E, soprattutto, faremo in modo che possa essere esposto, ammirato e studiato in questo stesso territorio.

Cosa sono i Menhir

I menhir (dal bretone men e hir “pietra lunga”; in italiano anche “pietrafitta”) sono dei megaliti (dal greco “grande pietra”) monolitici (da non confondere con i dolmen, polilitici e solitamente assemblati a portale).

Venivano eretti solitamente durante il Neolitico, che potevano raggiungere anche più di venti metri di altezza, come ad esempio il Grand Menhir rotto di Locmariaquer (nel Morbihanin Bretagna).

leggi anche Sentiero dei Parchi italiani. Idea che piace

Potevano essere eretti singolarmente o in gruppi, e con dimensioni che possono considerevolmente variare, anche se la loro forma è generalmente squadrata, alcune volte assottigliandosi verso la cima.

I menhir sono ampiamente distribuiti in Europa, Africa e Asia, ma sono più numerosi nell’Europa Occidentale, in particolare in Bretagna e nelle isole britanniche.

Eretti in molti periodi differenti, nel corso della preistoria, ed erano creati nel contesto della cosiddetta cultura megalitica che fiorì in Europa e dintorni.

fonte: Parco Majella

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Tags

Un Commento

  1. Pregherei i curatori del presente sito web di inviarmi all’email indicata sotto le foto del menhir in cui si vedono i segni incisi sopra. Se qualche segno lo comprendo, visto che ne ho compresi altri, sarà mia cura darvi una risposta sempre via email che a vostra discrezione potrete anche pubblicare.
    Rino Barbieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button
Close