Malice, cane soccorritore sopravvive 16 giorni su ghiacciaio del Cervino

Pastore belga senza cibo a -25 gradi. Il conduttore: È pelle e ossa, ma è tornata e si rimetterà

NELLA NOTIZIA
  • Il conduttore: Non era mai successo, avrà seguito qualche odore particolare. L'abbiamo cercata per dieci giorni, anche con elicottero e drone

Una storia incredibile, dal lieto fine. E’ sopravvissuta 16 giorni vagando a oltre 3.500 metri sui ghiacciai del gruppo del Cervino, senza cibo, con temperature fino a -25 gradi. Lei è Malice, un pastore belga Malinois di sette anni, specializzata nella ricerca di persone in superficie e sotto le valanghe.

E’ pelle e ossa. Ci metterà due settimane a riprendersi, ha perso tutto il tono muscolare. Però è tornata.

Racconta all’ANSA il suo conduttore, Lucio Trucco, guida alpina, tecnico del Soccorso alpino valdostano e gestore del rifugio Guide del Cervino (3.480 metri).

Proprio da qui, dal Plateau Rosa, Malice si era allontanata il 12 gennaio.

Non era mai successo, avrà seguito qualche odore particolare. L’abbiamo cercata per dieci giorni, anche con elicottero e drone. Pensavamo fosse dentro un crepaccio o comunque bloccata. Due settimane dopo ho detto ‘o è scesa a Zermatt, sul lato svizzero, e qualcuno la tiene in un appartamento, o temo il peggio. Invece ieri sera è tornata, forse avvertendo l’arrivo del brutto tempo, come i selvatici.

fonte/foto: ansa

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button