Ministro Costa, M49: cattura non è soluzione, cerchiamo nuova casa

"Stiamo sondando Parchi europei, contattando Paesi dove potrebbe vivere bene e senza rischi, attivando anche i canali diplomatici"

L’orso M49 sta bene. Da ieri è rinchiuso nel Centro Casteller, lo stesso dove era fuggito nel luglio dello scorso anno.

La sua cattura ha subito mobilitato le associazioni animaliste e ambientaliste. La Lav e il WWF innanzitutto.

LEGGI ANCHE

Ad intervenire sulla sua cattura anche il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa.

Il Ministro Costa La cattura non è la soluzione, cerchiamo una nuova casa per l’orso. Ci hanno assicurato che Papillon sta bene, è seguito h24 da un’equipe di tecnici della Provincia, ma immediatamente ho allertato l’Ispra, che con i propri esperti sta seguendo l’orso. Non ho mai fatto mistero di come la pensassi: ho sempre chiesto che non venisse ucciso e credo che la cattura non sia assolutamente una soluzione. Ma è una scelta della provincia autonoma di Trento a cui la legge assegna piena facoltà di azione. Mi sto adoperando con tutti i canali possibili, per trovargli una nuova casa. Stiamo sondando parchi europei, contattando Paesi dove questo tipo di orso potrebbe vivere bene e senza rischi, attivando anche i canali diplomatici. L’obiettivo è regalare a questo orso, e a cui vogliamo bene, la migliore casa possibile.

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button