Montagna, morti e feriti su Alpi e Appennini

Montagna: giovane precipita ai Corni di Premassone. Paleontologo muore in Abruzzo. Escursionista colpita da fulmine

Montagna, morti e feriti su Alpi e Appennino. Il bilancio è pesante: due morti e diversi feriti, anche gravi.

Muore giovane ai Corni di Premassone

Tragedia in montagna nel bresciano. Sabato mattina attorno alle 11.30 ai Corni di Premassone, sopra Edolo, ad una quota che supera i 3.000 metri, un giovane 26enne (di Romano di Lombardia) è morto precipitando per 300 metri in una zona molto frequentata dagli alpinisti, non priva di passaggi impegnativi sulle creste che danno il nome al luogo.

Subito sono partii i soccorsi, con l’eliambulanza di Bergamo che ha raggiunto il luogo della tragedia. Inutile ogni tentativo di soccorrere l’uomo, la cui salma è stata recuperata dal personale del Soccorso Alpino presente a bordo, per consentirne il trasferimento a valle.

Morto e feriti su Appennino

Perde la vita noto paleontologo

Fatale il malore che ha colpito un noto paleontologo perugino durante uno studio nella Riserva Naturale “Monte Genzana Alto Gizio”, nel comune di Pettorano sul Gizio.

L’uomo, ottantenne, era in compagnia di una persona che immediatamente ha lanciato l’allarme. È intervenuto anche l’elicottero del 118 di stanza a L’Aquila, ma il medico non ha potuto fare altro che constatarne il decesso.
A seguito dell’autorizzazione da parte del magistrato, la salma, recuperata via terra da una squadra di tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico, è stata trasferita all’obitorio dell’ospedale di Sulmona. Sul luogo sono intervenuti anche i Carabinieri della stazione di Pettorano sul Gizio.

Recuperata su Monte Siella, Gran Sasso

Era impegnata in una escursione sul monte Siella, con itinerario da Fonte Vetica, ma una volta raggiunta la vetta a 2027 m s.l.m., si è trovata impossibilitata a proseguire la gita. È successo a una escursionista di Castiglione Messer Raimondo.
Durante la discesa, in compagnia anche di altri escursionisti, la donna ha infatti accusato forti dolori a un ginocchio. Dopo aver tentato ugualmente di procedere si è quindi convinta ad allertare i soccorsi. Recuperata dall’elicottero del 118 di Pescara, è stata trasportata all’ospedale.

Frattura alla caviglia sul Velino

Ha riportato una frattura alla caviglia, l’escursionista 59enne di Grottaferrata (Rm), scivolata intorno alle 20,30 di oggi sul monte Velino, in località Fonte Canale.
Raggiunta dai tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico, la donna è stata collocata sulla barella e trasportata a piedi fino al fuoristrada.
A bordo del mezzo del CNSAS è stata quindi condotta fino a Massa d’Albe, dove ad attenderla ha trovato un’ambulanza che l’ha condotta all’ospedale di Avezzano.

Colpita da fulmine sul Vettore (Sibillini)

Paura, nel primo pomeriggio di sabato, per le sorti di due escursionisti, rimasti feriti sul Monte Vettore. Alle 15.30 la segnalazione ai tecnici del Soccorso Alpino Speleologico Umbria, nel presidio di Castelluccio. Un elicottero con rianimatore a bordo è partito per la montagna e ha soccorso innanzitutto la donna, colpita dal fulmine, e l’ha trasportata nell’ospedale di Ascoli Piceno.
Si tratta di una 36enne, residente in provincia di Roma. L’uomo che era con lei ha subito l’impatto del fulmine, ma le sue condizioni non sono fortunatamente gravi. L’uomo è infatti stato accompagnato dagli operatori Sasu fino al proprio automezzo. Intervenuti anche i vigili del fuoco.

 

leggi anche K2, polacchi rinunciano all’invernale per la pandemia

 

Cade in crepaccio sul Gran Paradiso

Riprendono stamane le ricerche di un alpinista caduto in un crepaccio sotto la parete nord del Gran Paradiso. L’incidente si è verificato all’alba di ieri, a 3.400 metri di quota, mentre la vittima stava salendo verso la vetta con un compagno di cordata.
Lo scalatore è caduto per circa 30 metri dentro la fessura di ghiaccio. Sul posto sono intervenuti, in elicottero, il Soccorso alpino valdostano e la guardia di finanza che hanno operato circa sei ore per tentare di estrarre dal crepaccio il corpo, ma a causa del pericolo di ulteriori crolli le operazioni sono state sospese e riprenderanno stamattina.

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button
Close