Montagna, un altro Natale anomalo con stabilità e clima mite

Un altro Natale anomalo caratterizzato da stabilità e clima mite, soprattutto in montagna. Anche se non mancheranno foschie, nebbie, nubi basse e anche qualche debole precipitazione per delle infiltrazioni di correnti atlantiche che faranno capo a una perturbazione in transito oltralpe.

In montagna

A causa degli zeri termici molto elevati, fino a 3000m sulle Alpi e 3600m in Appennino, dicono da 3bmeteo, le massime più anomale le ritroveremo su colli e monti con punte over 12/13°C a 1500m sulle zone Alpine e i rilievi appenninici. In pianura e sui litorali avranno un ruolo determinante le inversioni termiche che saranno sicuramente più accentuate in Val Padana e nelle grosse valli del Centro.

Le previsioni

DOVE IL SOLE: condizioni di cielo sereno o poco nuvoloso le ritroveremo sulla Liguria occidentale, la Sardegna centro orientale, gran parte della Sicilia centro meridionale e orientale, il versante Adriatico dalle Marche alla Puglia.

DOVE LE NUBI: al Nord soprattutto Val Padana e Liguria centro orientale, lungo l’area tirrenica fino alla Sicilia e sull’alto Adriatico.

DOVE LE NEBBIE: su tutto il bacino Padano, nelle valli del Centro e localmente al mattino lungo i litorali della Sardegna occidentale, l’alto Adriatico e l’area tirrenica

DOVE LE PIOGGE: poche e sporadiche interesseranno nella giornata della Vigilia piccoli tratti della costa tirrenica centro meridionale e nella giornata di Natale e quella di Santo Stefano la Liguria soprattutto centro orientale e il basso Triveneto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Back to top button