Montasio, precipita per 200 metri davanti agli occhi del compagno

La 48enne della provincia di Venezia è precipitata su un sentiero ghiacciato sulle Alpi Giulie

Una donna di 48 anni, di Mirano (Venezia), è morta questa mattina, attorno alle 10.30, dopo essere precipitata mentre percorreva un sentiero sul gruppo del Montasio, sulle Alpi Giulie, in comune di Chiusaforte (Udine).

L’incidente

Secondo una ricostruzione, la donna è scivolata per circa duecento metri dopo aver perso aderenza nell’attraversare un canalino ghiacciato. Lei e il suo compagno avevano dormito al Bivacco Vuerich, che avevano raggiunto venerdì sera partendo dai Piani del Montasio. Al mattino avevano deciso di proseguire lungo il sentiero attrezzato Ceria Merlone.
L’incidente è accaduto poco dopo che i due erano partiti. Il compagno ha riferito di essere andato avanti in perlustrazione e di aver deciso subito di tornare indietro essendosi reso conto che l’itinerario era a tratti ghiacciato e con neve.
Poco dopo essersi girato per ripercorrere il canale a ritroso, la compagna, che era più indietro, è scivolata. Indossava un vecchio modello di ramponi, a dieci punte.

I soccorsi

L’equipe tecnico sanitaria è stata sbarcata sul posto con il verricello e il medico non ha potuto che constatarne il decesso.
L’elicottero ha imbarcato il compagno della vittima, mentre la salma è stata recuperata dall’elicottero della Protezione Civile Fvg e portata nella caserma della Guardia di Finanza di Sella Nevea.
Sul posto sono intervenuti i tecnici del Soccorso Alpino Fvg, la Guardia di Finanza e l’elisoccorso regionale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button