Monveso di Forzo, più di 1000 firmatari per la Montagna Sacra d’Italia

La proposta di una Montagna Sacra anche in Italia è stata lanciata lo scorso anno da alcuni nomi noti del mondo della montagna: un’idea simbolica (nessun divieto formale) per la tutela della natura. La scelta del Kailash italiano è ricaduta sul Monveso di Forzo (3.322 mt). Nel Parco nazionale del Gran Paradiso, proprio in occasione dei 100 anni dell’ente.

Più di mille firmatari

Ora si tirano le somme ed è stato organizzato un incontro ad hoc. Sono più di mille i firmatari che hanno aderito all’iniziativa.
Si tratta di  persone di radici e culture molto diverse: alpinisti, escursionisti, naturalisti, giornalisti, scrittori, artisti, montanari, frequentatori rispettosi di ogni vita e di ogni luogo che hanno condiviso con entusiasmo il progetto nato dall’idea di Toni Farina e Antonio Mingozzi per onorare i cent’anni del Parco nazionale Gran Paradiso con un’azione di alto profilo, che si spingesse oltre la mera celebrazione. La montagna sacra in questione, come detto, è il Monveso di Forzo a cavallo tra la Val Soana e la Valle di Cogne. La “montagna sacra” però, non sarà mai un luogo di divieti. Il progetto non prevede alcuna interdizione formale e nessuna sanzione pecuniaria. Molto più semplicemente, l’impegno a non calpestare più il Monveso è una scelta culturale.
Come scrive Paolo Rumiz su La Repubblica: “In questo senso, il Monveso (Mon Vezo, nell’accezione antica) rappresenta la più difficile delle sfide in un mondo governato dal consumo. Il coraggio della rinuncia. Il silenzio della contemplazione di fronte all’indicibile”.

Tra i firmatari

L’iniziativa ha raccolto l’adesione di Club Alpino Italiano e l’Alpine Club di Londra, gli alpinisti Kurt Diemberger, Fausto De Stefani, Hervé Barmasse, Alessandro Gogna, Manolo, il climatologo Luca Mercalli, l’antropologo Duccio Canestrini, i giornalisti Paolo Rumiz, Michele Serra, Enrico Camanni, il regista Fredo Valla, i saggisti Guido Dalla Casa e Silvia Ronchey, gli scrittori Paolo Cognetti, Matteo Righetto, Tiziano Fratus, Daniela Padoan, Raffaella Romagnolo, gli attori Giuseppe Cederna, Lella Costa, Giovanni Storti.

L’incontro

I risultati della raccolta firme saranno presentati sabato 26 novembre, presso la Sala Stemmi del Museo Montagna.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button