Neve a Capracotta, si scavano cunicoli e si esce dalle finestre

 

Il maltempo in questi ultimi due giorni ha imperversato su e giù per tutta Italia, provocando seri danni, disagi e purtroppo anche morti. Dal Molise, in particolare, giungono immagini spettacolari di paesi nell’Isernino praticamente “sepolti” dalla neve. Sul web e soprattutto sui social si possono ammirare decine e decine di foto davvero impressionanti. Il clou è a Capracotta, paesino a 1.421 metri di altitudine situato tra Majella, Pnalm e Matese. Si sono scavati cunicoli, per uscire dalle abitazioni c’è stato un bel da fare!

 

In regione scuole chiuse, paesi isolati, mezzi pesanti di traverso sulle strade (soprattutto sulla Fondovalle Trigno), collegamenti marittimi cancellati e arterie allagate. Anche nel capoluogo di regione la neve è scesa copiosamente, circa 50 centimetri. Ma, come detto, è nel Molise altissimo, in provincia di Isernia, dove la neve non si è risparmiata: Capracotta, Pescopennataro e Vastogirardi sono rimasti isolati e “sepolti” da oltre due metri di neve.  Visioni d’altro mondo giungono anche da Agnone, il paese delle campane.

 

© 2015, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

One Comment

  1. ho vissuto 30 anni fa questa esperienza a pizzoferrato valle del sole arrivammo che c’erano i fiori e zero neve a ora di cena inizio a nevicare durante la notte cadde cosi tanta che al mattino aperta la finestra mi trovai (ero al primo piano) un muro di neve.dovetti mandare via mia moglie con mio figlio di tre anni con una jeep dei carabinieri, tre giorni dopo non potendo recuperare la mia renault 4 sepolta da 4mt di neve riusci con una persona a tornare a roma. particolare fu disseppellire la mercedes da dieci metri di neve, il peso aveva fatto scoppiare gli ammortizzatori. Conservo ancora delle foto di quell’avventura. quando la racconto mi dicono che racconto balle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button
Close