Niente Kanchenjunga, Moro e Lunger tornano a casa

moro

Questa mattina Simone e Tamara hanno lasciato campo 3 (a circa 6600 m.) in direzione campo 4 come parte del tentativo di fare la traversata più alta della terra. Il loro tracker si è fermato a 6953 m. ma loro hanno raggiunto i 7200 m.
Per i problemi avuti nei giorni scorsi, Simone si sentiva debole e a un certo punto ha capito di non poter continuare, così hanno preso la decisione di ritornare al campo base.
Ora sono a campo base e stanno entrambi bene. Hanno deciso che per questa volta la spedizione si chiude qui.
“Faremo tesoro di quanto abbiamo imparato questa volta sulla montagna, un po’ come è stato per il Nanga. E’ un obiettivo ambizioso, ma niente è impossibile”.

Questo quanto ci fanno sapere via social i due alpinisti, bergamasco e altoatesina. Il loro era un progetto bello, difficile; poi a Moro ci si è messo di mezzo lo stomaco, come a Carlos Soria che ha dovuto rinunciare al suo 13° Ottomila per lo stesso motivo.

L’intenzione era la traversata delle vette Kanchenjunga, l’alternativa poteva essere quella di salire solo la cima principale: alla prossima spedizione.

© 2017, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button