Nuova via aperta da team svizzero sul The Nose indiano

Altra bella salita arriva dall’Himalaya indiano. L’ultima dal Kirti-Nose nell’Himalaya Garhwal (Uttarakhand) messa a segno dagli svizzeri Stephan Siegrist, Jonas Schild e Andy Schnarf. Ovvero una bella linea di 350 mt in 10 tiri (difficoltà fino all’7b, A3).

Siegrist Visto che tale pilastro ha una certa somiglianza con The Nose di El Captain e si trova sul bordo del ghiacciaio Kirti, abbiamo chiamato il pilastro Kirti-Nose e la via “Between Two Parties”, in onore di una leggendaria festa con i fratelli Thomas e Alex Huber e Tad McCrea.

Il loro progetto iniziale alla partenza era un altro. Il loro intento era una nuova via sullo Shivling (6543 mt), stesso piano dei fratelli Huber che hanno rinunciato per le troppe nevicate.

Siegrist Quest’anno il monsone è stato lungo. Le grandi quantità di neve fresca ci hanno colto di sorpresa e, di fronte al crescente rischio di valanghe, abbiamo dovuto accettare che, dopo quattro settimane di attesa, il nostro obiettivo principale sarebbe purtroppo rimasto irrisolto. E mentre attendavamo nel nostro campo base, una bellissima parete ha catturato la nostra attenzione. Quattrocento metri di altezza e una sorprendente somiglianza a The Nose su El Capitan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button