Oliana martoriata dall’incendio, non sarà più quella che era

La famosa falesia in Spagna ha subito danni in tutti i settori. I climber locali hanno attivato una campagna crowdfunding: Uno scenario apocalittico

Gli incendi che stanno imperversando in Spagna (Peramola) hanno colpito anche la famosa falesia di Oliana, sito dove sono presenti alcune vie tra le più difficili e meta di tantissimi climber da tutto il mondo. La zona è stata colpita domenica scorsa e solo lunedì i Vigili del Fuoco hanno avuto la meglio sulle fiamme.  Le difficoltà sono aumentate a causa del forte vento che ha alimentato le fiamme nella foresta sin sotto la falesia.

I climbers locali si sono fatto promotori di una campagna crowdfunding al fine di ricostruire la falesia.

Uno scenario apocalittico

Nessun ferito, ma la zona ha risentito fortemente e si presenta, come raccontano i primi climber che hanno effettuato un sopralluogo, come uno scenario apocalittico.

La parte sinistra della parete è stata gravemente alterata, rinvii fissi bruciati e molti appigli sono a terra. Il primo strato di roccia è distrutto, si stacca al solo tocco.

I climber sul posto Le vie non saranno mai più le stesse.

Ferite anche alla sezione di destra dove alcuni appigli si sono staccati e sono anche a terra. Anche di grosse dimensioni.

Ovviamente il calore ha alterato la roccia, e la roccia potrebbe cedere anche in futuro.

Oliana
Patxi Usobiaga (ig)
Oliana
Patxi Usobiaga (ig)

Il settore che più ha risentito dell’incendio è quello del Contrafort del Rumbau – il più importante di Oliana – che ha subito gravi danni. Alcune sue tracce sono completamente scomparse, mentre altre hanno subito notevoli modifiche. L’area reatsa chiuso, anche per il pericolo frane. Le fiamme hanno indebolito la roccia e bruciato la vegetazione, causando molta instabilità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button