Parco 5 Terre, partiti i lavori per riaprire la Via dell’Amore

Uno dei percorsi naturalistici più suggestivi del mondo tra Riomaggiore e Manarola chiuso da anni per una frana

Partiti i lavori e dureranno meno di due anni e mezzo (30 mesi, 911 giorni) i lavori di ripristino e mitigazione del rischio idrogeologico finalizzati alla riapertura della Via dell’Amore, uno dei percorsi naturalistici più suggestivi del mondo tra Riomaggiore e Manarola, nelle Cinque Terre.

Gli interventi

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti La Via dell’Amore sarà definitivamente riaperta per l’estate del 2024. Dopo un lungo lavoro dal punto di vista progettuale e amministrativo, diamo il via al cantiere che permetterà il recupero di un percorso di grande importanza e prestigio, con un potenziale turistico noto a tutti, inserito in un contesto ambientale e paesaggistico unico al mondo. La messa in sicurezza avviene su due fronti: da un lato si interviene sulla parte che sovrasta il sentiero, dall’altro si va a consolidare e potenziare le difese a mare per proteggere questo straordinario percorso dall’erosione delle onde. Con il 2024 restituiremo alle Cinque Terre, al Parco e a tutta la Liguria uno dei suoi gioielli più preziosi. Siamo qui grazie a un lavoro sinergico da parte di tutte le istituzioni, un impegno concreto e fattivo che ha permesso di dare corpo a un intervento attesissimo e di grande complessità

 

Il Ministro della Cultura Dario Franceschini L’avvio dei lavori per il ripristino e la messa in sicurezza della Via dell’Amore nel parco delle Cinque Terre giunge a seguito dello stanziamento di 7 milioni di euro fortemente voluto dal Ministero nel contesto dei fondi CIPE. Un altro cantiere della cultura prende così il via, permettendo il recupero di un luogo unico e straordinario.

 

Presidente Parco, Donatella Bianchi Finalmente si passa dalla fase progettuale a quella operativa e l’obiettivo di restituire il suo simbolo alle Cinque Terre, diventa sempre più vicino e concreto, grazie alla collaborazione fra tutte le istituzioni coinvolte. La Via dell’Amore, insieme agli altri sentieri, rappresenta il DNA del parco nazionale. Un grande cantiere aperto dove operano ogni giorno, oltre ai manutentori del Parco, centinaia di agricoltori che, con il loro lavoro difendono il paesaggio e l’identità del territorio. Ma questo non basta, servono interventi straordinari proprio come quello che riporterà alla riapertura di uno dei percorsi costieri più apprezzati al mondo. Per rendere e il Parco Nazionale delle Cinque Terre un luogo sempre più accogliente e sicuro.

I lavori

La durata dei lavori è stimata 911 giorni (30 mesi). Il finanziamento complessivo di 13 milioni e 400mila euro, di cui circa 9 milioni e mezzo per i lavori (9.412.895,45 euro), proviene dai ministeri dell’Ambiente e della Cultura oltre che dal Dipartimento nazionale della Protezione civile e da fondi regionali: le opere riguardano la messa in sicurezza dell’intero fronte a monte del percorso pedonale lungo circa 900 metri. Sono previsti anche interventi a protezione dall’azione del mare, al di sotto del sentiero che verranno realizzate con un separato appalto da 3 milioni di euro.

Il progetto comprende l’installazione di reti, ancoraggi, chiodature e barriere paramassi distribuiti sul fronte roccioso a monte della Via dell’Amore, il consolidamento della galleria paramassi esistente, lunga 140 metri, la creazione di un suo prolungamento verso Riomaggiore per ulteriori 83 metri, la demolizione ed il rifacimento totale di un altro breve tratto di galleria lato Manarola (17 metri). Inoltre è previsto il rifacimento della pavimentazione di tutta l’infrastruttura, nuove ringhiere e un rinnovato arredo urbano oltre all’installazione di un’importante rete di sensori per il monitoraggio.

 

LA VIA DELL’AMORE

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button