Passi Dolomiti, estate 2021 senza limitazioni?

Probabilmente niente restrizizioni e regole per far ripartire il turismo dopo il Covid. Scopriamo il Piano di mobilità sostenibile, ma partirà non prima del 2030

Passi Dolomiti: si torna a parlare di restrizioni, regole… L’obiettivo è di ridurre del 55% la mobilità. Anche se dagli ultimi studi risulta che negli ultimi anni il traffico è già diminuito del 20%.

Come si vuol procedere? Mediante l’istituzione di ztl, piste ciclabili, parcheggi a valle e ticket agevolati per chi utilizza la funivia.

 

Estate 2021

Ma non si parte a breve. Di sicuro non quest’anno. Che i passi sulle Dolomiti dovrebbero essere  aperti senza limitazioni e contenimento al traffico. Il motivo di questa scelta? Il turismo deve ripartire, dopo il blocco causa pandemia Covid-19. Passi in avanti in tale direzione nell’intesa tra le Province interessate.

Nell’agosto dello scorso anno hanno transitato 4.400 auto, moto, camper e mezzi di traporto pubblico rilevati da 24 telecamere posizionate in 12 stazioni di monitoraggio. Qualcosa va fatto. Perché come è stato detto tutto ciò impatta negativamente sul delicato ecosistema delle Dolomiti e sulla qualità della vita della popolazione locale.

Il Piano

Il Piano di mobilità sostenibile dei passi dolomitici non partirà prima del 2030. Il piano, come accennato, prevede l’istituzione di una ztl ambientale nei mesi estivi con accesso solo al trasporto pubblico, ai ciclisti e ai veicoli a emissione zero. Il trasporto merci sarà consentito solamente prima delle 9 e dopo le 17. Probabilmente saranno istituiti pedaggi nei mesi primaverili e autunnali e coi relativi proventi si miglioreranno le strade dei passi, verrà realizzata una corsia per i ciclisti e costruiti musei e aree di accoglienza.

Il Piano prevede anche limiti di velocità, di 40 km/h sui passi e di 30 nei paesi attorno al Sella. Saranno installati autovelox o controllati tramite safety tutor. Stop nei mesi estivi a raduni di auto e rally sui passi. Verranno organizzate giornate dedicate a veicoli a emissioni zero, bici. E a tema: storia, cultura, gastronomia e sport.

E poi il capitolo relativo ai mezzi pubblici. Verrà creato un sistema di collegamento tra le città e i passi   con l’uso di veicoli a emissioni zero. Corse continue, ogni 20 minuti.

Le auto, quindi, resteranno a valle (stop ai parcheggi selvaggi in quota) con la creazione di aree di interscambio. Verrà promosso un biglietto unico per incentivare l’uso degli impianti di risalita.

E poi le bici. Con corsie riservate sui passi e colonnine per la ricarica delle e-bike.

 

© 2021, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button