Pietra di Bismantova. Vietati sport estremi e bike

Ordinanza del Parco nazionale Tosco-Emiliano riguardante la sommità del sito

Pietra di Bismantova: vietati gli sport estremi sulla sommità. Off-limits anche con mountain bike ed e-bike, oltre che con moto da cross (divieto già esistente).

Sono le nuove direttive del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emilinoa, nell’ottica di rispetto della direttiva Habitat.

Regole prese alla luce di quanto stava avvenendo negli ultimi anni: l’avvento di sport estremi, come il base jumping (ci fu un morto nel 2018), dall’altro la formazione di piste sull’erba per il passaggio dei bikers.

A breve sarà posizionata la segnaletica.

Il Parco nazionale Tosco-Emiliano

A chiarimento della delibera volta a tutelare il pianoro sommitale della Pietra, tutt’ora oggetto di legittima valutazione e discussione, si precisa quanto segue.
Nessuna delle attività normalmente praticate a Bismantova è vietata, fatta eccezione per il base jumping e il parapendio, in quanto possono costituire pericolo per i frequentatori abituali dell’area  (Restano quindi del tutto liberi escursionismo corsa alpinismo slack line ecc). L’attività con e-Bike e Mountain Bike è consentita su tutte le aree della Pietra e della Bismantova, ad eccezione del pianoro sommitale (l’1% della superfice complessiva) restando a disposizione tutto il resto.
Il Parco nazionale peraltro, con molti progetti e azioni attrezzature e percorsi ha incentivato e promuove tuttora le e Bike e in genere gli sport e i turismi della natura, come pratiche di sana ricreazione e salubri stili di vita.
Il cantiere per lavori sul periplo stradale della Pietra manifesta obiettivamente ancora carenze e difficoltà ma i lavori sono ancora in corso. L’obiettivo di quest’opera è sicuramente di valore. I suoi esiti si potranno valutare alla conclusione di lavori Se sarà necessario si potranno programmare altri interventi.
Per quanto riguarda il pianoro sommitale la missione del Parco nazionale non guarda solo all’oggi. Si tratta di conservare quei 4 ettari di prateria più o meno così come sono stati per secoli e ancora sono: luogo straordinario e irripetibile, vivo e aperto a tutti , con le sue caratteristiche naturali e con il suo respiro naturale e -se si può dire la sua anima; in modo che figli e nipoti possano provare visitandolo, anche tra 10 anni , la stessa meraviglia e le stesse emozioni che hanno potuto provare i loro genitori.

 

 

 

© 2021, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button