Precipita nel cercare di recuperare il telefonino. Morto 30enne di Rovigo

Scivola nel tentativo di recuperare il cellulare e perde la vita. Un 30enne di Rovigo è morto oggi dopo essere precipitato dall’Altar Knotto, dove si trovava con la compagna a fare delle foto. Nello scattare le immagini gli è scivolato il telefonino e lui è sceso nel tentativo di riprenderlo ed è caduto nel vuoto

L’allarme

Scattato l’allarme attorno alle 13.30 sul posto è arrivato l’elisoccorso di Treviso emergenza, che ha sbarcato il tecnico di elisoccorso nel canale sottostante la parete. L’elicottero è poi volato a imbarcare due soccorritori – che avevano preso parte alla ricerca dell’anziano al Rifugio Campolongo – arrivati sul punto della caduta, dove c’era la sua ragazza sotto shock, accompagnata subito a valle da due volontari di Asiago e affidata all’ambulanza.
I tecnici sono stati calati con il verricello a lato del canale alla base della parete, dove era stato purtroppo individuato il corpo senza vita del ragazzo, oltre 100 metri sotto l’Altar Knotto, per provvedere alla rimozione della salma, avvenuta poi ad opera dell’elicottero dei Vigili del fuoco sopraggiunti nel frattempo. L’eliambulanza di Treviso emergenza è quindi tornata a prendere i soccorritori rimasti nel canale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button