R-Estate al Parco, la campagna per un turismo lento e sostenibile

Proposte di viaggio per un'estate all'insegna della scoperta del grande patrimonio ambientale dell'Italia

R-Estate al parco è la campagna lanciata da parchiaperti per promuovere esperienze a contatto con la natura, sostenibili e sicure, in uno dei tanti parchi italiani. Proposte di viaggio non solo da esplorare digitalmente, ma da vivere di persona alla scoperta dell’Italia più autentica e forse meno conosciuta. Per un’estate all’insegna della sostenibilità, del rispetto e della scoperta del grande patrimonio ambientale e culturale del nostro Paese.

Un viaggio nei Parchi

Dal Parco Nazionale dello Stelvio a quello di Pantelleria, dal Parco Regionale del Beigua – riconosciuto Geoparco Globale dell’UNESCO – al Parco Regionale dell’Adamello – Riserva della Biosfera UNESCO – passando per quello di Migliarino-San Rossore-Massacciuccoli, sono ormai trenta i parchi italiani che hanno scelto di promuovere le proprie esperienze attraverso la piattaforma online voluta da Federparchi, la Federazione Italiana dei Parchi e delle Riserve Naturali, da sempre in prima fila nella tutela della biodiversità e della sostenibilità.

parchiaperti ad oggi racchiude oltre 300 esperienze, sia gratuite che a pagamento, tra trekking, percorsi in bici, escursioni, visite guidate, laboratori e molto altro ancora. Grazie a un sistema di prenotazione rapido e intuitivo, il visitatore può organizzare la propria vacanza in quattro semplici mosse, anche a due passi da casa. Il dispositivo consente all’utente di consultare le disponibilità dell’esperienza in base al giorno e all’ora e, quindi, di prenotare il proprio posto per sé e per il suo nucleo familiare. Ai parchi permette invece di controllare il numero di prenotazioni per ciascuna esperienza, scongiurando eventuali rischi di sovraffolamento o overbooking.

Turismo lento e sostenibile

Nell’estate in cui i timori legati all’andamento della pandemia potrebbero inibire o limitare gli spostamenti di molti turisti, “R-estate al parco” è un invito a esplorare i parchi e le aree marine protette italiani, che ad oggi coprono l’11% del nostro territorio. Con parchiaperti quello che si cerca di attivare è un meccanismo virtuoso, che integri la promozione delle bellezze naturali a forme di turismo lento, sostenibili per l’ambiente e sicure e piacevoli per le persone. Un progetto che va nella direzione della Carta Europea del Turismo Sostenibile.

parchiaperti è un progetto pensato e ideato durante il lockdown covid-19, in cui tutta l’Italia si è ritrovata a condividere una condizione di limitazione delle libertà di movimento. Una privazione che ha fatto riscoprire l’importanza dello stare contatto con la Natura. Nel periodo successivo al lockdown è risultato evidente quanto i parchi siano tornati ad essere mete predilette di gite ed escursioni per molte persone. Da una circostanza negativa, è stata intravista l’opportunità di una ripresa all’insegna della sostenibilità, promuovendo e valorizzando il nostro immenso patrimonio naturale. Frutto della collaborazione tra Dynamoscopio, Jecoguides e Federparchi con il patrocinio di ANCI nazionale, l’iniziativa è realizzata con il contributo di Fondazione Cariplo e Fondazione SNAM.

fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button