Sibillini, i camosci hanno trovato una casa accogliente

Estinto all'inizio del '900, reintrodotto nel 2008 con 31 esemplari ora è a quasi quota 300

Bella notizia arriva dall’Appennino centrale, dal Parco nazionale dei Monti Sibillini.

Il Parco Il nostro magnifico camoscio appenninico ci fa dare i numeri! Quasi estinto all’inizio del ‘900, è stato salvato grazie all’istituzione del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise e a progetti, anche comunitari, che lo hanno riportato nei principali Parchi dell’Appennino Centrale. Sui Sibillini è stato reintrodotto nel 2008; da 31 individui rilasciati fino al 2014 il nucleo è cresciuto negli anni fino agli attuali circa 250… e ci attendiamo di superare i 300 con le nascite di quest’anno.

© 2021, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button