Simone Moro e Alex Txikon al campo base del Manaslu

Simone Moro, terminato l’acclimatamento, ha raggiunto il Campo Base del Manaslu.

Moro Le condizioni sono molte buone anche se ci sono venti molto forti sulla montagna.

Per Simone Moro si tratta del quinto tentativo invernale sul Manaslu. Anche questa volta ha come compagno di spedizione l’alpinista basco Alex Txikon.

L’alpinista bergamasco si è acclimatato nella valle dell’Everest. È salito – no stop – sulla cima del Lobuche Peak East (6119 m) in 4 ore e 20 minuti.

Il Manaslu

Per lui sarebbe il 5° Ottomila nella stagione fredda. Non una prima perché il Manaslu è stato già salito d’inverno (il 12 gennaio 1984 dai polacchi Maciej Berbeka e Ryszard Gajewski lungo la via normale; anche se non completamente nell’inverno meteorologico).
Una brutta besta il Manaslu, una montagna facile sulla carta, difficile in inverno per la tanta neve e il pericolo valanghe. Lo scorso anno il Manaslu non diede tregua. Da metà dicembre il meteo fu sempre stato sfavorevole, portando in continuazione enormi quantità di neve e anche venti forti in quota. Il 10 febbraio chiusero la spedizione.

Per Alex Txikon si tratta del terzo tentativo di salire il Manaslu in inverno.

Il record di Simone Moro

Ricordiamo che Moro detiene l’imbattibile record del maggior numero di ascensioni in prima invernale sugli Ottomila, grazie alle prime invernali allo Shisha Pangma (2005), al Makalu (2009), al Gasherbrum II (2011) e al Nanga Parbat (2016).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Back to top button