Simone Moro sull’Ama Dablam

L'alpinista bergamasco sul Seimila nepalese ed è pronto per l'invernale al Manaslu con Alex Txikon

Simone Moro Oggi, ultimo giorno d’autunno, alle 10:45 ora nepalese, Pasang Rinzee Sherpa ed io abbiamo raggiunto la cima dell’Ama Dablam (6812 m.).
Partendo ieri, ci siamo fermati per la notte al Campo 2 (5.900 m.) e poi alle 5 di questa mattina siamo partiti per la cima e siamo tornati subito dopo al CB.
Dalla cima dell’Ama Dablam una vista unica! Si poteva vedere il Makalu e il Kali Himal (all’ombra) che ho salito con Denis e Camos nel 2004 e anche il Kangchenjunga.
Colgo l’occasione per congratularmi con François Cazzanelli per la salita super veloce di questa montagna: 5 ore 32 minuti e 6 secondi.

Simone Moro raggiungerà ora il campo base del Manaslu. Lì si incontrerà con Alex Txikon ed il resto del team. Moro è partito agli inizi di dicembre per allenarsi ed acclimatarsi in vista dell’invernale all’Ottomila. Il gruppo vuol tentare anche il concatenamento con il Pinnacolo Est.

Quarta volta al Manaslu

Per Moro sarà il quarto tentativo al Manaslu. Per lui sarebbe il 5° Ottomila in invernale. Non una prima perché il Manaslu è stato già salito d’inverno. Una montagna difficile in inverno, con tanta neve.
E poi vorrebbe anche la ciliegina sulla torta: il concatenamento con l’East Pinnacle, 7.992 mt.

I compagni d’avventura

La spedizione sarà con Alex Txikon. Con loro, come sappiamo, non ci sarà Sajid Sapdara, a riposo dopo il malore che ha accusato durante il trekking per l’Everest (faceva parte della spedizione di Marc Batard). Ci saranno anche Iñaki Alvarez e gli sherpa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button