Stati Generali della Montagna per il rilancio post-Covid

Oggi e domani a Roccaraso. Sul tavolo: sostenibilità, resilienza, green economy, digitalizzazione

Si terrà a Roccaraso, oggi 24 e domani 25 luglio 2020, la nuova sessione degli Stati Generali della Montagna.

L’iniziativa è stata voluta dal Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie Francesco Boccia per stimolare il confronto tra i rappresentanti delle istituzioni, degli enti locali e i principali stakeholder dei territori montani.

Previsti interventi di Ministri e rappresentanti delle istituzioni centrali e locali.

La sessione fa seguito all’evento di lancio della ‘fase 2’ degli Stati Generali della Montagna, tenutosi presso il Dipartimento per gli Affari Regionali e le Autonomie (DARA) lo scorso 31 gennaio.

La due giorni a Roccaraso

Per l’occasione, la due giorni di Roccaraso prevede sia sessioni di lavoro in plenaria che lavori di gruppo su tematiche inerenti la sostenibilità, la resilienza, la green economy, la digitalizzazione.

Minimo comune denominatore, la montagna e le strategie di rilancio del tessuto montano per il post-Covid.

L’iniziativa degli Stati Generali della Montagna è inserita nell’ambito del Progetto ITALIAE, cofinanziato con il PON Governance e Capacità istituzionale 2014-2020. Partner dell’evento saranno, per l’occasione, UNCEM (Unione nazionale dei Comuni, Comunità ed Enti Montani) e il Comune di Roccaraso.

IL PROGRAMMA

I partecipanti

Per il governo interverranno il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, la ministra per l’Innovazione, Paola Pisano, e il ministro per il Sud, Peppe Provenzano.
L’appuntamento, a partire dalle 15,30, nella sala consigliare del comune di Roccaraso.
Tra gli ospiti, il presidente della Regione Abruzzo, delegato della Conferenza delle Regioni, Marco Marsilio; il presidente Anci, Antonio Decaro; il presidente della Provincia dell’Aquila, delegato Upi, Angelo Caruso; il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli; il commissario alla ricostruzione, Giovanni Legnini; il sindaco di Roccaraso, Francesco Di Donato, e una delegazione di sindaci di comuni montani; il consigliere per la montagna del ministro per gli Affari regionali, Enrico Borghi; il presidente Uncem, Marco Bussone; l’Ad di Tim, Luigi Gubitosi; l’Ad di Poste Italiane, Matteo Del Fante, e il Condirettore generale, Giuseppe Lasco; il presidente di Anas, Claudio Andrea Gemme; l’Ad di Infratel, Marco Bellezza; i rappresentanti di Confindustria, Enel, Legambiente, Federfarma, Unioncamere e numerosi protagonisti della vita sociale ed economica della montagna.

 

La sessione scorsa

Si è tenuto il 31 gennaio presso il Dipartimento per gli Affari Regionali e le Autonomie della Presidenza del Consiglio dei Ministri l’evento di lancio della seconda fase degli Stati Generali della Montagna, un’iniziativa organizzata nell’ambito del Progetto ITALIAE (PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020) che coinvolge i rappresentanti delle istituzioni, degli enti locali e i principali stakeholder dei territori montani.

Durante i lavori sono stati affrontanti i temi della governance del territorio, le questioni dello spopolamento, i temi dell’innovazione (specialmente quella ad alta sostenibilità), del turismo, dello sport, della tutela dei prodotti della montagna, delle infrastrutture, dei servizi e della strategia macro-regionale alpina. Sono state inoltre ampiamente riconfermate le sfide che i territori dovranno affrontare alla luce del Green New Deal europeo e, più in generale, dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button