Tasso affamato scava e trova un tesoro in monete romane

La preziosa scoperta (209 monete) avvenuta nei pressi di una grotta nei fitti boschi delle Asturie

Un tasso affamato, a caccia di bacche e vermi, ha fatto una sensazionale quanto involontaria scoperta archeologica: nei pressi di una grotta ha portato alla luce la più grande collezione di monete romane mai scoperta nel Nord della Spagna.

Il ritrovamento

Il ritrovamento nelle Asturie, nella municipalità di Grado. Gli studiosi l’hanno scoperta quando sono andati a visitare la grotta.

La relazione archeologica è stata pubblicata su una rivista specializzata e rilanciata dai media spagnoli.
Cosa hanno trovato gli studiosi? 209 monete datate tra il terzo e il quinto secolo d.C.

In base alla ricostruzione dei fatti, la preziosa scoperta fatta per caso dall’animale risalirebbe a gennaio 2021, quando la tempesta Filomena si è abbattuta sulla Spagna e pesanti nevicate hanno colpito le Asturie.
Gli studiosi hanno attribuito l’insolito ritrovamento al tasso perché è avvenuto nei pressi della sua tana.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button